Notizia Oggi

Stampa Home

A Borgosesia il mese di marzo è dedicato alle donne

Sabato in piazza gli stand delle associazioni, e poi teatro e concerti
Articolo pubblicato il 06-03-2016 alle ore 18:08:26
A Borgosesia il mese di marzo è dedicato alle donne 2
Foto d'archivio

Torna quest'anno a Borgosesia “Marzo in rosa”, iniziativa promossa dalla delegazione cittadina dell’Ascom e dall’Oadi Evviva Borgosesia per evidenziare l'importanza del ruolo della donna nella società moderna. Per tutto il mese saranno proposte iniziative di carattere sociale e culturale. Il primo degli appuntamenti era in calendario ieri, ma non si è potuto tenere per via del cattivo tempo e verrà quindi riproposto sabato: in piazza Mazzini dalle 15 le volontarie di diverse associazioni del territorio distribuiranno materiale informativo sulla propria attività e sui progetti in attuazione. Per “Marzo in rosa” non mancherà l’aspetto commerciale: per tutto il mese i sessantacinque commercianti di Borgosesia che aderiscono all'iniziativa esporranno il simbolo del “fiocco rosa”, e all'interno dei negozi si potranno trovare i prodotti in promozione messi in evidenza da piccoli fiocchi rosa.

Sabato saranno coinvolte nell’iniziativa Stop neuroblastoma, Cucina nostra, Arcigay Rainbow, Casa di accoglienza della mamma e del bambino, Supervulcano, Incontra la danza, Croce rossa” e Circuito Viola. Domani, in occasione della Giornata della donna, l’appuntamento sarà al teatro Pro loco di via Sesone per lo spettacolo teatrale “Il bello degli uomini”, promosso dal Soroptimist club Valsesia, : l’incasso della serata (l’ingresso sarà a offerta libera) sarà devoluto a favore della Casa della mamma e del bambino di Valbusaga. A chiusura, mercoledì, è prevista la serata conclusiva delle “Guide all'ascolto”, con il pianista Massimo Giuseppe Bianchi che (alle 21 nei locali della biblioteca Resegotti) introdurrà alla comprensione della musica classica.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti
  1. La ferrovia della paura: venti...

    La ferrovia della paura: venti... (letto 1 volte)

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...