Notizia Oggi

Stampa Home

A Crevacuore apre un ristorante della cucina tipica

Lo stabile era stato ristrutturato con fondi europei
Articolo pubblicato il 23-08-2016 alle ore 19:41:40
A Crevacuore apre un ristorante della cucina tipica 2
L'ingresso dell'ex Corea

Salvo sorprese, Crevacuore avrà il su centro della cucina tipica. Dopo una quindicina di anni di attesa dovrebbe decollare il progetto nell’ex ristorante “Corea”, ristrutturato con fondi europei. L’ennesimo bando lanciato dal Comune ha finalmente avuto una risposta: è arrivata l’offerta di un privato che vuole prendere in gestione la struttura. Ora bisognerà completare i passaggi burocratici necessari ma ormai pare cosa fatta. «Nei mesi scorsi il potenziale gestore si era fatto avanti chiedendo informazioni in Comune - spiega il sindaco Massimo Toso -. Avevo capito che c’era la volontà di fare qualcosa in paese. Ora tutto si è sbloccato, finalmente».

Era stata l’amministrazione comunale in carica nel 2000 a dare il via al progetto (era lo stesso bando che ha portato alla creazione del centro polivalente e della sala musica nella vecchia chiesa). Dopo qualche anno si erano completati gli interventi di recupero dell’ex ristorante “Corea” che si trova nella parte centrale del paese. L’edificio era stato completamente ristrutturato grazie ai fondi europei del Docup Obiettivo 2 con l’obiettivo di dare vita un centro di documentazione cucina tipica che però non è poi mai entrato in funzione.

Per riuscire nell’intento, dopo che già l’ex sindaco Gianluigi Pavero si era invano attivato per stimolare associazioni presenti sul territorio a promuovere e gestire la struttura, si erano stretti alcuni legami anche con l’istituto alberghiero ma anche quella strada non andò a buon fine. Non restava che tentare la via privata, ma in questi anni mai nessuno si era fatto avanti. Poi l’amministrazione del sindaco Toso ha deciso di riprendere in mano la situazione e tentare di lanciare un bando, il primo andò deserto, mentre al secondo tentativo è stata presentata una offerta.

Il futuro gestore (la convenzione ha durata di nove anni) dovrà provvedere a proprie spese all’acquisto degli arredi e all’allestimento di quanto necessario per lo svolgimento dell’attività.  Oltre al ristorante, lo stabile si propone anche come bed and breakfast, vista la disponibilità di alcune stanze. 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...