Notizia Oggi

Stampa Home

A Gattinara la Festa dell’uva è già nell’aria

Lunedì 15 riunione organizzativa
Articolo pubblicato il 03-05-2017 alle ore 17:26:00
A Gattinara la Festa dell’uva già nell’aria 2
Una passata edizione della festa

A Gattinara si inizia già a parlare della Festa dell’uva, quest’anno dall’8 al 10 settembre. Comune e Pro loco hanno infatti fissato per lunedì 15 maggio alle 21 a villa Paolotti il primo incontro organizzativo aperto a tutte le associazioni, alle tabine e tutti coloro che voglion essere protagonisti dell’edizione numero 35 della kermesse. 

«Partiamo decisamente in anticipo rispetto agli altri anni - dice il sindaco Daniele Baglione -, così abbiamo più tempo per mettere a punto i dettagli; ma anche per arrivare alla fine di luglio con tutto pronto, superando così il fermo agostano».

La Festa dell’Uva di Gattinara spegne 35 candeline, un traguardo significativo per una delle manifestazioni più importanti del Piemonte legate alla vendemmia. Negli anni l’evento è cresciuto e richiama ad ogni edizione decine di migliaia di persone, «per questo si è già iniziato a programmare e organizzare al meglio questa grande manifestazione che è una vetrina per la nostra città».

E proprio quest’anno Gattinara celebra i 50 anni della Denominazione di origine del vino prodotto sulle colline della città. Il primo degli eventi in calendario per festeggiare l’anniversario è il Convegno nazionale delle città del vino (che celebrano i 30 anni), che si terrà a Gattinara sabato 20 maggio. Sabato 27 maggio dalle 18 ci sarà la “Notte rosa”, con intrattenimenti musicali per tutti i gusti, giochi per bambini e con le attività commerciali e artigianali in mostra, per una notte dove il colore Rosa predominerà. Gli eventi continuano il 28 maggio passando dal Rosa al Rosso di Maggio, con la visita degli operatori delle Città dell’olio, il primo raduno di Vespe, la Biennale d’arte, con oltre 100 artisti partecipanti.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...