Notizia Oggi

Stampa Home
L'appello arriva dal "Servizio guardaroba", che riapre dopo la pausa natalizia

A Grignasco si cercano bici ed elettrodomestici

Servono attrezzature domestiche per famiglie bisognose
Articolo pubblicato il 17-01-2016 alle ore 21:50:48
A Grignasco si cercano bici ed elettrodomestici 2
Foto d'archivio
A Grignasco si cercano elettrodomestici e biciclette per i bisognosi. Il “Servizio guardaroba”, che da anni in paese aiuta le persone in difficoltà, è alla ricerca di nuovo materiale. «Abbiamo bisogno di bici modello uomo e donna, frigoriferi, lavatrici, passeggini, carrozzelle per le famiglie che purtroppo stanno vivendo in una situazione difficile e non hanno la possibilità di acquistare elettrodomestici e materiale vario per la casa e per i propri figli - spiega Sandra Mora, portavoce del gruppo -. Cerchiamo anche vestiti per bambini e ragazzi di ogni età». Proprio domani, 18 gennaio, il servizio riaprirà i battenti dopo la pausa di Natale (in ogni caso il contatto è sempre attivo: basta chiamare il 320.0408.376).
 
Il gruppo è da tempo uno dei punti di riferimento per le persone bisognose. «Sono una quindicina d'anni che cerchiamo di aiutare chi vive in una situazione difficile. La nostra attività è cominciata nel 2000 - sottolinea la volontaria -. Nel corso degli anni abbiamo registrato un incremento di richieste, da parte di stranieri ma anche da italiani». 
 
La realtà grignaschese non aiuta solamente coloro che vivono in paese. «Abbiamo richieste da utenti che abitano anche in paesi limitrofi, ci sono persone che ci raggiungono da Varallo e Borgosesia - puntualizza Mora - In linea generale poi, negli ultimi tempi, è cresciuto il numero di famiglie che sosteniamo». 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...