Notizia Oggi

Stampa Home

A Prato Sesia tanti amici per il ''matrimonio'' di Sebastiano e Marco

Sabato scorso
Articolo pubblicato il 18-06-2017 alle ore 11:45:33
A Prato Sesia tanti amici per il ''matrimonio'' di Sebastiano e Marco 2
Gli sposi

Qualche lacrima di commozione, ma anche tante risate e applausi: sabato scorso il municipio di Prato Sesia si è animato con la festa per l’unione civile di Sebastiano Iraci e Marco Parolaro. I due giovani, di 34 anni, hanno rappresentato la prima coppia in paese a dirsi sì con il nuovo istituto giuridico. Arrivata in municipio su un’auto sportiva, la coppia è stata accolta con calore dal folto gruppo di amici e familiari in attesa. A suggellare la loro unione il sindaco Luca Manuelli, che ha officiato la cerimonia nella sala consiliare: «Questo è un giorno di festa per Sebastiano e Marco, che dopo dieci anni coronano la loro unione, e per coloro che hanno voluto condividerlo con loro – ha osservato – ma è anche un momento di crescita per Prato Sesia. Oggi si forma una nuova famiglia». Il sindaco ha dato lettura degli articoli che regolano l’unione: i due componenti sono, per esempio, chiamati ad assistersi l’uno con l’altro e a contribuire alla vita familiare secondo le loro possibilità, esattamente come è richiesto in tutti i matrimoni.

Uno dei momenti più toccanti è stato quello delle letture dei messaggi reciproci preparati per l’occasione: i due ragazzi hanno ricordato le tappe della loro storia, iniziata nel 2008, e si sono scambiati delle promesse speciali per il resto della loro vita insieme. Durante la cerimonia è stato officiato anche il “rito della sabbia”: due tipologie di sabbia di diverso colore, che simboleggiano le due diverse personalità degli sposi, vengono versate insieme su una base comune. Si possono ancora distinguere i due diversi colori, ma non è più possibile separarli: una metafora della vita matrimoniale, in cui due persone mantengono la propria identità ma al contempo scelgono di condividere tutto ciò l’esistenza prospetterà loro.

Al termine, i due giovani hanno lasciato il municipio sotto una pioggia di riso, per salutare tutti e proseguire poi i festeggiamenti. Una cinquantina circa gli invitati: una cerimonia piuttosto contenuta, dunque, ma curata e suggestiva. Oltre ai presenti, sono stati tanti i valsesiani e non che hanno fatto gli auguri alla coppia attraverso i social network, condividendo, seppure solo virtualmente, la loro felicità per questo giorno che farà non solo la storia della loro vita, ma anche un po’ del Comune di Prato Sesia.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...