Notizia Oggi

Stampa Home

A Roasio una giornata dedicata all'autismo e alla diversità

Era il 2011 quando per la prima volta mamma Santina Garino iniziò a parlare di autismo
Articolo pubblicato il 28-03-2017 alle ore 19:10:54
A Roasio una giornata dedicata all'autismo e alla diversità 3
A Roasio

A Roasio la giornata dell’autismo di trasforma in un evento sulla diversità. Mamma Santina Garino sempre in pole position, questa volta con una nuova iniziativa. Il 3 aprile a Roasio ci sarà una manifestazione coinvolgendo le scuole come sempre. Quest’anno l’idea è quella di donare alle classi un forziere del tempo raccogliendo tutte le testimonianze di questi anni di attività.

Era il 2011 quando per la prima volta la mamma di Fabio e Anna, due fratellini autistici di Roasio, iniziò a parlare pubblicamente di autismo lanciando una iniziativa ristretta al paese con la consegna di un vasetto di fiori. «Consegnai 25 primule - ricorda -. All’inizio quando mi presentavo la gente pensava volessi un’offerta, in realtà volevo fare qualcosa per i miei figli e parlare di autismo». Gli inizi furono difficili, la famiglia di Anna e Fabio ha dovuto combattere per vedersi riconoscere alcuni diritti. Un poco alla volta iniziando a parlare di autismo allora i vari problemi sono stati affrontati e risolti. E’ stata una conquista continua. Nel frattempo Fabio e Anna hanno saputo integrarsi all’interno delle loro classi, oggi hanno nove e dieci anni e vanno a scuola volentieri.

Santina Garino ha poi iniziato a sensibilizzare la scuola e il territorio parlando di autismo e facendo conoscere la giornata del 2 aprile. «Dopo le primule - riprende - è stato il turno dei palloncini blu, poi della cassetta dei libri, mentre quest’anno dopo sei anni di attività si è deciso di raccogliere in un forziere del tempo tutte le testimonianze di questi anni di attività». Inoltre a ogni persona che in qualche modo ha avuto a che fare con la storia di Fabio e Anna è stata consegnata una tessera numerata che contiene un pezzo di un grande dipinto colorato presente alla scuola primaria di Roasio. In totale sono cento le tessere, e dire che tutto iniziò con appena 25 primule... Di passi, insomma, ne sono stati fatti in questi anni.

Lo slogan scelto è “Diversi... come tessere di un unico mosaico”. In questo modo un domani, se si vorrà il puzzle potrà essere composto nuovamente con tutte le tessere. La giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo quest’anno farà tappa a Roasio il 3 aprile. Ci saranno le scuole di Roasio, ma anche rappresentanti di altri istituti scolastici della Valsesia. «Nel forziere - riprende Santina Garino - ci saranno le chiavette Usb con le migliaia di foto che coinvolgono Fabio e Anna, ma anche alcune foto cartacee e documenti. L’idea è di aprire questo forziere ogni anno nella giornata mondiale sull’autismo e capire come cambia l’approccio alla diversità».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...