Notizia Oggi

Stampa Home

A Romagnano festa alpina ricordando Franco e Alfredo

I festeggiamenti cominciati ieri
Articolo pubblicato il 17-06-2017 alle ore 13:43:56
Alfredo Donetti
Alfredo Donetti

Sono cominciati i festeggiamenti degli alpini a Romagnano.  Il programma di appuntamenti si è aperto ieri, in via Monterosa 4, sede del gruppo, con la tradizionale cena a buffet, accompagnata dalla musica del gruppo “Cinque meno un quarto”. Oggi, alle 16, al cimitero comunale, le penne nere tributeranno gli onori agli alpini “andati avanti”: un momento che quest’anno sarà particolarmente significativo poiché saranno ricordati il socio fondatore Franco Preti, scomparso la scorsa settimana, e l’alpino Alfredo Donetti, noto imprenditore oltre che alpino, mancato ad aprile. In serata ci sarà una seconda cena, alla stessa ora, nella sede del gruppo. Questa volta suonerà la “4 Band”. Domani le celebrazioni si apriranno fin dal mattino: il raduno è fissato alle 9,30 alla sede, per poi procedere con la cerimonia dell’alzabandiera alle 9,45. Alle 10, gli alpini e i loro ospiti sfileranno per le vie cittadine fino a raggiungere la piazza Libertà, dove tributeranno gli onori ai caduti di tutte le armi e tutte le guerre. Alle 10,30 sarà celebrata la messa nella chiesa abbaziale. Intorno alle 12,30 la sede ospiterà un momento dedicato a un aperitivo, per poi pranzare insieme con il “rancio alpino”. Alle 19,30 si tornerà a tavola insieme per la cena di chiusura, che sarà accompagnata dalle note del gruppo “Pink devil”. Alle 23,30, il rito dell’ammainabandiera sancirà la fine dei festeggiamenti e l’arrivederci alla prossima festa.

Una nota curiosa di questa edizione 2017 è data dalla presenza, in tutti i gruppi musicali che cureranno l’intrattenimento durante i tre giorni, di almeno una persona iscritta al gruppo alpini di Romagnano.

Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi all’edicola di piazza Libertà o al numero di telefono 0163 832969.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...