Notizia Oggi

Stampa Home

A Romagnano le promesse del tennis in carrozzina

Sfide incrociate sul campo
Articolo pubblicato il 21-02-2017 alle ore 15:11:16
A Romagnano le promesse del tennis in carrozzina 2
Gli atleti a Romagnano

Romagnano in pole position per il tennis in carrozzina. A febbraio si è tenuto un doppio appuntamento, di cui uno nel paese, per i migliori tennisti piemontesi in carrozzina. Sabato 4 ben otto atleti di interesse nazionale si sono radunati nei campi del T.C. Monviso di Torino per una valutazione tecnica, tattica e atletica delle loro condizioni dopo i primi mesi di allenamenti in vista della stagione agonistica 2017.

Domenica 12 febbraio lo stesso gruppo si è radunato a Romagnano, sui campi della struttura sportiva “4 Maggio” per alcune sfide incrociate di doppio. I maestri di Torino e di Romagnano, che seguono gli atleti durante l'anno, si sono detti molto soddisfatti dei progressi ottenuti e sperano di vedere già i primi risultati sui campi di gioco al torneo nazionale di Pinerolo che si terrà a fine febbraio.

Buoni i risultati ottenuti da Alessandro Bernardi, portacolori del club di Romagnano. «A lui auguriamo - dicono i dirigenti della società sportiva - un in bocca al lupo per Pinerolo e per tutta la stagione 2017 e ovviamente di confermare il titolo di campione italiano di categoria conquistato nel 2016». Il prossimo raduno a Romagnano si terrà ad aprile, quando saranno pronti i campi esterni in terra battuta.

 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...