Notizia Oggi

Stampa Home

A Romagnano sono arrivati i defibrillatori della solidarietà

Articolo pubblicato il 10-12-2017 alle ore 19:00:52
A Romagnano sono arrivati i defibrillatori della solidarietà  3
A Romagnano sono arrivati i defibrillatori della solidarietà 3

Troveranno posto in piazza Libertà e Falcone-Borsellino i due totem contantenti i defibrillatori semiautomatici donati alla comunità di Romagnano grazie alla sensibilità di oltre 40 sponsor. Sabato pomeriggio nella sala consigliare del municipio si è svolta la cerimonia di consegna, con il sindaco Cristina Baraggioni, l’assessore Alessandro Carini, i referenti del progetto “Cuore in Comune”, e molti dei privati che hanno aderito alla campagna lanciata dall’associazione. «Un grazie a tutti voi da parte della comunità romagnanese – ha detto loro il primo cittadino alla cerimonia di inaugurazione dei totem e alla consegna delle targhe - perché, nonostante le difficoltà e la crisi economica, avete messo delle vostre risorse a disposizione di tutti». «Un gesto di grande altruismo e sensibilità – hanno aggiunto i responsabili del progetto “Cuore in Comune” - che, pur sperando di non doverli mai utilizzare, permetterà di salvare vite umane. Ringraziamo anche l’amministrazione comunale che, senza indugi e con grande sensibilità, ha sostenuto e ha creduto nel progetto».

Nell’incontro è stato sottolineato come ogni giorno, in Italia vi siano 160 persone che vengono colpite improvvisamente da attacco cardiaco. Si tratta di persone sane di tutte le età: adulti, anziani, giovani e bambini. In questi casi, la presenza e il buon uso di un defibrillatore aumentano del 30% le possibilità di sopravvivenza. E’ quindi comprensibile l’utilità di queste apparecchiature in luoghi facilmente accessibili in caso di intervento. “Cuore in Comune” che già ha allestito diversi punti di “salvataggio” in altri centri della Valsesia. La somma raccolta in circa un mese a Romagnano, sulla quale “Cuore in Comune” preferisce mantenere il riserbo, è servita per l’acquisizione delle apparecchiature, per la loro manutenzione nei prossimi tre anni e per un corso di formazione destinato ad otto persone. Chiunque può farsi avanti per diventare volontario; chi fosse interessato può rivolgersi direttamente in municipio. Gli altri tre defibrillatori a Romagnano, si trovano nella palestra delle scuole medie, frequentata anche da società sportive, in quella comunale e al campo di calcio. Due sono stati acquistati dal Comune, mente il defibrillatore della palestra delle medie è stato donato da un privato.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...