Notizia Oggi

Stampa Home

A Serravalle nuovo corso per volontario del 118

Ventesima edizione a firma della Pubblica assistenza bassa Valsesia
Articolo pubblicato il 03-11-2016 alle ore 13:09:06
A Serravalle nuovo corso per volontario del 118 2
la presentazione del corso: Marco Milanini, Luca Milanini, Marianna Bianchetti e Roberto Maggiora

I volontari della Pubblica assistenza bassa Valsesia di Serravalle hanno presentato il corso di formazione per volontario soccorritore 118. Presenti alla serata, ospitata al Centro sociale di via Bellaria, anhe i tre ragazzi che dal 12 settembre prestano servizio civile all’interno dell’associazione: Gabriele Bozzone, Sara Piubeni e Femke Van Twuijver.

Dopo il saluto di Luca Milanini, direttore del corso, i docenti hanno illustrato il programma di questo ventesimo corso. «Roberto Maggiora ha parlato della storia della Pubblica assistenza nazionale - riferisce Piera Mazzone in una nota -, iniziata a Spoleto centododici anni fa, e dei valori che ne connotano l’attività: laicità, democrazia, gratuità e universalità». Marco Milanini, che oltre a essere docente è presidente della Pabv, ha ricordato gli esordi nel 1998, sintetizzando in alcuni dati numerici significativi il ruolo e l’attività sia a livello nazionale che locale. «La Pubblica assistenza Bassa Valsesia - ha ricordato -, ha 65 volontari, dei quali 24 sono donne, possiede tre ambulanze e tre automobili, effettua circa 2800 servizi all’anno e con i mezzi a disposizione percorre 140.000 chilometri».

La parola è quindi tornata a Milanini che, con la docente Marianna Bianchetti, si è addentrato nei contenuti del programma formativo «che sarà sviluppato in 50 ore - prosegue Mazzone -, suddivise in due incontri settimanali serali, mentre al sabato pomeriggio ci saranno le lezioni pratiche. La frequenza è obbligatoria e, al termine del corso, valutata l’idoneità dei partecipanti con prova teorico pratica, per ricevere l’attestato regionale di Volontario soccorritore 118 sarà necessario acquisire l’idoneità nel Tirocinio pratico protetto, all’interno del quale si dovranno prestare almeno cento ore di servizio in ambulanza, essere presente in dieci servizi di urgenza e in dieci servizi ordinari».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...