Notizia Oggi

Stampa Home

A Varallo la storica Villa Barbara diventa prestigioso polo per le associazioni

Il sindaco Botta: «Ci sono diversi spazi ancora liberi nella villa che assegneremo prossimamente»
Articolo pubblicato il 16-10-2017 alle ore 10:31:01
A Varallo la storica Villa Barbara diventa prestigioso polo per le associazioni 1
A Varallo la storica Villa Barbara diventa prestigioso polo per le associazioni 1

Villa Barbara diventa sede di molte associazioni varallesi. Nei giorni scorsi la giunta comunale ha deliberato l’assegnazione di uno dei locali di Villa Barbara al Fai, gruppo che finora ha fatto capo alla Delegazione di Novara del Fondo ambiente Italiano e che opera sul territorio con diverse iniziative

La richiesta presentata al Comune di Varallo dal Fai risale ad agosto: ora la nuova delegazione riceverà in comodato d’uso gratuito uno dei locali al primo piano della storica dimora di proprietà comunale, che si affaccia sull’Allea di corso Roma. La villa rientra negli immobili storici di proprietà della Città di Varallo, sta diventando il nuovo polo di servizi e di enti che operano sul territorio senza scopo di lucro. «Dopo la chiusura della sezione del tribunale di Vercelli - spiega il sindaco Eraldo Botta, abbiamo voluto mettere a disposizione l’immobile per servizi utili alla collettività. Ci siamo battuti per mantenere il Giudice di pace, che stiamo mantenendo a fatica visto che l’intero costo di questo servizio, che speravamo fosse condiviso tra tutte le località della zona, ormai grava sulle casse di pochi comuni, quello di Varallo, Borgosesia e pochi altri. Recentemente ha rinunciato anche Mollia e ancora prima Fobello».

A maggio si era trasferito da Villa Becchi a Villa Barbara il Fondo Tempia, impegnato da anni nella lotta contro i tumori. Oltre all’ambulatorio al pianterreno, la fondazione occupa uno dei locali al primo piano della villa come sede operativa. Qui, nella vicina veranda troverà posto il Fai che, eseguiti gli interventi di sistemazione, pulizia e imbiancatura dei locali, potrà ufficialmente procedere al taglio del nastro della sua prima sede in Valsesia. «Durante la nostra amministrazione abbiamo destinato dei locali comunali come sede a moltissimi associazioni che operano sul territorio - ricorda Botta -. A Villa Barbara ci sono parecchi spazi disponibili e quindi, se possibile, continueremo a concederli volentieri in comodato d’uso a chi ne fa richiesta. Prossimamente infatti ne potrebbero essere assegnati altri».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...