Notizia Oggi

Stampa Home

Aerostati in volo per vigilare sulla salute dei vigneti di Gattinara

Articolo pubblicato il 15-09-2017 alle ore 12:29:43
Aerostati in volo per vigilare sulla salute dei vigneti di Gattinara 3
Aerostati in volo per vigilare sulla salute dei vigneti di Gattinara 3

Foglie sintetiche per verificare l’umidità delle foglie, una sonda per vagliare le condizioni del terreno e palloni aerostatici in volo pronti a ricevere le informazioni via Wi-fi: la viticoltura, a Gattinara, è ad alta tecnologia. L’innovativo progetto messo a punto un team di ricercatori del Politecnico di Torino, guidato dall’ingegnere Daniele Trinchero, che permetterà in tempo reale e con costi relativamente bassi di monitorare costantemente lo stato di salute dei vigneti piemontesi, coinvolgerà infatti anche i vigneti della cittadina. La parte più visibile del progetto saranno dei sensori collegati a palloni aerostatici che voleranno a circa 100 metri dal suolo, captando informazioni da decine di chilometri di distanza: le centraline sono in grado di ricevere dati fino a 50 chilometri di distanza, da almeno 5 mila sensori in contemporanea, relativi a temperatura, umidità, bagnatura fogliare e alcune immagini. A terra, invece, ci saranno dei sensori dotati di due terminali: uno sulle foglie, per verificare umidità e bagnatura delle foglie, e uno da inserire nel terreno, per misurare le condizioni della terra. Il Politecnico di Torino ha stimato che basterebbero una dozzina per monitorare tutti i vigneti del Piemonte. In particolare le informazioni trasmesse ai palloni permetteranno di conoscere eventuali criticità legate alla necessità di acqua (soprattutto in periodo di siccità) e alla presenza di parassiti, quindi all’utilità o meno di un trattamento per tutelare la salute della pianta.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...