Notizia Oggi

Stampa Home

Al Borgosesia lo 0-0 di ieri va stretto. Lo dice anche il Casale

Perso il primo posto
Articolo pubblicato il 17-10-2016 alle ore 20:33:36
Al Borgosesia lo 0-0 di ieri va stretto. Lo dice anche il Casale 3
Un intervento del portiere del Casale

Dopo lo 0-0 di ieri, il Borgosesia mastica amaro. E' il settimo risultato utile consecutivo, ma ai granata va stretto. Anche perché è costato il primo posto in classifica. «Il risultato non è giusto - commenta il mister Alessio Dionisi -, ma nel calcio per giocare bene bisogna essere in due. Il Casale ha giocato soltanto per limitare i danni e alla fine ci è riuscito. Noi fosrse abbiamo creato poco, ma il dominio della palla c’è stato come piace a me. In fondo ci sono tanti lati positivi, ancora una volta non abbiamo preso gol ad esempio, e poi la nostra striscia positiva si allunga»

Fa discutere anche la sostituzione di Perez a metà ripresa, ma soprattuto il gesto stizzito dello spagnolo: «Ha avuto una reazione sbagliata - ammette l’allenatore del Borgo - e dovrà chiedere scusa. Non aveva demeritato fino a quel momento, ma qualcuno doveva uscire e lui era già ammonito. Non ho voluto rischiare di restare in dieci».

Ezio Rossi, ex calciatore in serie A e ora mister del Casale non può che fare i complimenti al Borgosesia: «Ci siamo difesi per merito degli avversari e non per scelta nostra. Il Borgosesia è un’ottima squadra, secondo me vale Varese e Cuneo che sono le favorite. Hanno imposto alla partita un gran ritmo ed espresso un buon calcio e per questo quello conquistato qui è un gran punto per noi. Abbiamo sofferto, ma anche sfoderato un bella prova di carattere. E nella ripresa qualcosina in più abbiamo fatto anche noi».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...