Notizia Oggi

Stampa Home
Iniziativa

Alla scoperta della Valsesia con le nuove mappe del Cai

Presentato il nuovo progetto turistico
Articolo pubblicato il 13-07-2016 alle ore 09:04:18
La vallata verde di Mollia
La vallata verde di Mollia

)Dalla collaborazione di Geo4Map e Cai di Varallo nasce la nuova guida per andare alla scoperta dei sentieri dell'alta Valsesia. La presentazione ufficiale è avvenuta nei giorni scorsi a Varallo e ha subito interessato gli amanti della montagna, finalmente arriva una piccola “enciclopedia” tascabile con tutte le novità e i consigli per andare alla scoperta dei sentieri e dei rifugi.
«Si tratta di un completamento del lavoro già avviato nel 2014 con nuove carte escursionistiche – spiega il presidente del Cai Varallo Paolo Erba -. E' una guida che completa il panorama dei sentieri». Si tratta di una innovazione importante: «Avevamo da anni le guide verdi che erano descrittive dei sentieri e con cartine, adesso è stato rivisto il progetto. Questa prima guida comprende solo l'alta Valsesia, poi in futuro ci concentreremo anche per la parte bassa. Inoltre rispetto alle storiche guide, in quella nuova è possibile trovare qualche nota storica e curiosità». Insomma non solo un puro strumento di viaggio, ma anche un libro dove scoprire ancora meglio il territorio e le sue peculiarità.
La Guida è frutto di una collaborazione tra Geo4Map e la sezione Cai di Varallo a prosecuzione del progetto di rinnovamento dei materiali informativi del Cai.
«La guida ha formato tascabile ed è organizzata in sezioni per aree basato sui Comuni, pagine relative al primo soccorso, inserti relativi contenuti culturali: gli ecomusei, la gastronomia, la storia dell'alpinismo, i sentieri dell'arte - spiega Miriam Giubertoni di Geo4Map -. Ogni sezione ha un occhiello relativo al comune o comuni interessati e la descrizione dei sentieri suddivisi in principali e deviazioni. I sentieri principali si aprono con una breve descrizione dei gradi di difficoltà, dislivello, tempo di percorrenza, stato del sentiero, grado di difficoltà, periodo consigliato ed elenco delle deviazioni. Si procede quindi con un testo descrittivo del percorso e un grafico altimetrico. Le deviazioni invece riportano la descrizione del percorso, i punti di partenza e arrivo e tempo di percorrenza».
Come detto quella appena presentata è una guida che dà una panoramica dei percorsi dell’alta Valsesia, una seconda sarà dedicata alla bassa Valsesiana e alla Val Mastallone.
Geo4Map ha individuato poi alcuni impatti del progetto sul territorio: prima di tutto economici grazie ai ricavi ottenuti dalla vendita delle carte escursionistiche nelle librerie; inoltre con la collazione del Soccorso alpino ci sarà una maggiore sinergia tra utilizzatori e soccorritori. Il progetto garantisce inoltre l’aggiornamento costante mantenendo valido il valore della base cartografica. Si tratta di un ragionamento diverso rispetto alle logiche del finanziamento pubblico che garantirà maggiore continuità nel ciclo di vita del prodotto. Inoltre con questa nuova guida ci sarà un migliore impatto a livello turistico.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...