Notizia Oggi

Stampa Home

Antoniotti: abbiamo perso, ma nessun rimpianto

Lettera al giornale dell'ex assessore
Articolo pubblicato il 26-06-2017 alle ore 14:21:34
Antoniotti: abbiamo perso, ma nessun rimpianto  3
L'ex assessore Marco Antoniotti

Dall’ex assessore comunale Marco Antoniotti, riceviamo e pubblichiamo

«Cari borgosesiani, desidero ringraziare tutti coloro che hanno avuto fiducia in me attribuendomi un buon risultato, inutile per la lista ma che a titolo personale mi ha fatto molto piacere. Malgrado la campagna denigratoria a cui sono stato sottoposto negli ultimi mesi molti hanno apprezzato il mio operato; i messaggi di vicinanza in questi giorni hanno reso meno amaro il risultato.

Come ho spesso detto un buon amministratore non deve solo prendersi i meriti di ciò che ha fatto ma deve sapere, anche e soprattutto, ringraziare chi lo ha aiutato: un sincero grazie quindi ai miei collaboratori e a tutto il personale comunale, senza distinzioni, a tutti coloro che ho incontrato in questi otto anni che mi hanno aiutato in questo “servizio”, agli amici e soprattutto alla mia famiglia che ha sopportato le mie continue assenze, ad Alice per avermi voluto al suo fianco e, permettetemi ma senza farne il nome, a chi non è più qui ma che a suo modo, volendomi dal primo giorno, mi ha sempre dato fiducia.

Un buon amministratore deve anche avere il coraggio di scusarsi, ed io senza problemi lo faccio: per non essere riuscito ad arrivare dappertutto, per non aver esaudito tutte le richieste ricevute, per il mio carattere che ha messo sempre in primo piano il rispetto delle regole e delle persone a costo di risultare a volte impopolare, superiore e poco umile.

Il risultato elettorale non è stato quello sperato ma non rimpiango le mie scelte, continuerò a vivere la mia città e soprattutto le nostre frazioni, a testa alta perché non ho nulla da rimproverarmi. Ci ho provato perchè è quello che mi sentivo di fare, perché molti me lo chiedevano, perchè “chi tace e piega la testa muore ogni volta che lo fa”. Con i ragazzi della lista ci siamo impegnati molto ma sicuramente qualcosa abbiamo sbagliato, o forse più semplicemente doveva andare così. Il nostro progetto non finisce qui, abbiamo un posto in minoranza e chi lo occuperà farà del suo meglio, ne sono sicuro, con il nostro sostegno.

Ho evitato ogni polemica in campagna elettorale e me ne guardo bene da farne ora perché questo è il mio carattere, la gente non ha bisogno di polemiche ma di fatti, perché è lei che alla fine giudica. Chi guiderà la nostra città nei prossimi anni è stato eletto dai cittadini e ha tutto il diritto e il dovere di farlo, speriamo lo faccia nei migliori dei modi e soprattutto nel rispetto di tutti, minoranza compresa.

Permettetemi ancora un pensiero, con la mia totale disponibilità al confronto e augurio di buon lavoro, rivolto a chi mi succede nei due assessorati cui ero più legato, “le frazioni” e le “piccole cose”: abbiamo fatto molto in questi anni e spero si continui con lo stesso impegno e soprattutto non si cancellino i progetti avviati».

Marco Antoniotti

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...