Notizia Oggi

Stampa Home
Si parla dell'ex linea Fs

Arona-Santhià, il futuro potrebbe essere turistico

Sabato incontro con l'assessore Balocco
Articolo pubblicato il 05-11-2015 alle ore 10:00:00
La stazione di Romagnano
La stazione di Romagnano

Per la vecchia linea ferroviaria Santhià-Arona il futuro potrebbe essere turistico. Sta prendendo forma il comitato per la riapertura delle ferrovie piemontesi ormai dismesse da tempo. L’iniziativa, nata dalla volontà del Comune di Santhià e dall’associazione Ferrovie Piemontesi, si sta concretizzando con la realizzazione di un convegno sul tema  in programma  per sabato a Santhià a cui parteciperà l’assessore regionale ai Trasporti Francesco Balocco. Tra le tratte messe sotto la lente d’ingrandimento vi è la Santhià-Arona. Lunga 65 km, la tratta divenne interamente percorribile dal gennaio 1906, ma non essendo stata elettrificata né raddoppiata, col tempo i passeggeri diminuirono fino a quando, nel 2012, la Regione Piemonte la definì a “bassa frequentazione”, decretandone di fatto la chiusura.  Eppure c’è chi, come gli esperti dell’Associazione Ferrovie Piemontesi, ritiene che esistano le condizioni per una sua riapertura e a tale proposito sta lavorando allo studio di un nuovo modello di esercizio comprendente un inquadramento del sistema ferroviario del Piemonte Orientale nel quale si sottolinea la rilevanza della tratta Santhià-Arona per i collegamenti di Torino con la Svizzera.

Tags: arona-santhia` futuro turistico

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...