Notizia Oggi

Stampa Home

«Arrestatemi perchè ho freddo, se no vi ammazzo»: condanna a otto mesi per un uomo di Fara

I fatti risalgono al 2009, ora è arrivata la sentenza
Articolo pubblicato il 01-04-2016 alle ore 10:09:53
«Arrestatemi perchè ho freddo, se no vi ammazzo»: condanna a otto mesi per un uomo di Fara 2
Foto d'archivio
 

E' stato condannato a otto mesi di reclusione e in fondo era quello che voleva, pur se dalla sua richiesta sono trascorsi diversi anni: Gianluigi Cenere, 46enne di Fara, sette anni fa chiese con insistenza ai carabinieri di essere arrestato per non restare più al freddo.

L'accusa è quella di resistenza e minacce a pubblico ufficiale e danneggiamento: l'uomo infatti citofonava con insistenza ai carabinieri del suo paese, usando frasi come «Arrestatemi perché ho freddo, se non vi date una mossa vi spacco il c..., vi ammazzo, così mi arrestate per forza». Una volta dentro poi aveva dato in escandescenza, insultando gli stessi crabinieri e rompendo anche a furia di calci la porta della sala d'attesa.

L'uomo, difeso dall'avvocato Marco Milan, era su tutte le furie per via della patente che gli era stata ritirata. Per questo, nel dicembre del 2009, si era presentato ai cancelli della caserma dei carabinieri per richiedere spiegazioni.

«Vi metto una bomba - aveva anche detto ai militari - ve la faccio pagare cara». Infine, non contento, aveva anche sputato addosso all'auto dei militari.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...