Notizia Oggi

Stampa Home
Iniziativa

Attivo il voucher per il diritto allo studio

Il Piemonte si allinea alle altre regioni
Articolo pubblicato il 05-12-2017 alle ore 09:39:47
Opportunità per gli studenti
Opportunità per gli studenti

Sarà attivo a partire dal 18 dicembre  il voucher scuola della Regione Piemonte, una sorta di ticket virtuale, che, per la prima volta, i cittadini piemontesi potranno impiegare per gli acquisti legati al diritto allo studio. A beneficiarne  le circa 20 mila famiglie inserite nella graduatoria regionale approvata nei giorni scorsi e relativa a due tipi di spese: quelle per le rette scolastiche di iscrizione e frequenza; oppure quelle relative all’acquisto di libri di testo, materiale didattico, dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa e trasporto scolastico.

Le modalità di utilizzo del voucher sono state rese note in conferenza stampa dall’assessora regionale all’Istruzione, Gianna Pentenero e dalla dott.ssa Anna Maria Del Vescovo di Edenred, la società con cui la Regione ha attivato la convenzione per l’erogazione dei ticket.

 

“L’introduzione del voucher – ha spiegato Pentenero – rappresenta per il Piemonte una novità importante che, d’ora in avanti, consentirà  di superare definitivamente lo storico disallineamento tra l’emissione dei bandi e la consegna dei contributi, dando finalmente alle famiglie piemontesi la possibilità di acquistare direttamente beni e servizi legati all'istruzione. “La rete dei distributori di beni e servizi in cui spendere il voucher – ha aggiunto Pentenero – verrà via via implementata, grazie a una modalità semplice che consentirà agli esercenti, in qualunque momento e senza costi, di aderire”. 

L’utilizzo è molto semplice. I beneficiari, che entro il 18 dicembre riceveranno un sms o una e-mail con l’indicazione dell’effettiva attivazione del voucher, si vedranno riconosciuto con la tessera sanitaria-carta nazionale dei servizi l’importo loro assegnato dalla Regione.

Per poterne fruire, quindi, non dovranno fare altro che recarsi  in uno dei distributori di beni e servizi convenzionati sul territorio regionale (l’elenco completo sarà disponibile dai prossimi giorni sul portale www.edenred.it  e sul sito della Regione Piemonte) e presentare la tessera sanitaria: collegandosi a Internet, l’esercente scalerà l’importo relativo all’acquisto di libri, materiale didattico o strumenti tecnologici.

Attualità

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...