Notizia Oggi

Stampa Home

Borgo calcio, il ''muro'' Libertazzi che difende la porta

Con l'Inveruno è finita uno pari
Articolo pubblicato il 06-09-2016 alle ore 11:35:38
Borgo calcio, il ''muro'' Libertazzi che difende la porta 2
Una gran parata di Libertazzi

Dunque, l’esordio in campionato del Borgo è andato agli archivi. Contro l’Inveruno, sabato i granata sono riusciti a strappare un pari prezioso e meritato. Merito del solito gol di Zamparo, che poco prima dell’intervallo ha risposto all’iniziale vantaggio dei lombardi, e delle parate di Libertazzi, autentico “muro”, in un match nel quale Canessa e Virga hanno avuto l’occasione per far addirittura vincere i padroni di casa e Bosio ha colpito il palo esterno.

Pronti via, dopo la conclusione da posizione defilata di Zamparo (8’), l’Inveruno trova il vantaggio al primo tentativo. Bosio serve Morao che si libera della marcatura e non lascia scampo. Arriva poi il 32’, minuto in cui dal limite dell’area Lazzaro prova la botta e trova una deviazione che sembra mettere fuori tempo Libertazzi, il numero uno granata però, con un grande gesto tecnico riesce a salvare in corner. Il pareggio arriva al 44’ con un’azione caparbia di Di Lernia, scatto sulla destra e palla al centro, dove  Zamparo di forza segna l’uno pari.

A inizio ripresa Libertazzi è chiamato al secondo super intervento di giornata: Lazzaro s’incarica della battuta di una punizione che indirizza precisa all’angolino alto. Solo un balzo felino del portiere valsesiano gli nega la gioia del gol. Alla mezzora poi Virga colpisce al volo la sfera che rotola a poca distanza dal palo. Cinque minuti dopo, Bosio recupera pallone su un’incertezza difensiva, si defila e colpisce il palo esterno. L’ultima doppia emozione arriva al 44’: prima Bosio mette a lato di poco, poi Vita si presenta in area, ma viene anticipato da un difensore.

Nel dopopartita non può mancare un commento di Giovanni Libertazzi, risultato il migliore in campo con interventi decisivi: «Affronto questa stagione con una testa nuova. So che il fatto di non essere più un giovane comporta maggiori responsabilità e voglio ripagare la fiducia. Sono contento della prestazione della squadra, è un punto importante che dimostra la nostra crescita».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...