Notizia Oggi

Stampa Home

Borgo, l'associazione Igea compie il primo anno di attività

Anniversario
Articolo pubblicato il 04-12-2017 alle ore 13:19:46
Borgo, l'associazione Igea compie il primo anno di attività 3
Le volontarie di Igea

Ha compiuto un anno l'associazione “Igea - Prevenzione salute vita”, attiva nel campo dell’assistenza sociale e socio-sanitaria e promotrice di diverse iniziative sul territorio valsesiano e valsesserino. Iniziative sempre finalizzate all’acquisto di attrezzature per l'ospedale di Borgosesia. «Fondatrice e presidente di Igea è Maria Marcon Di Biase, che ha alle spalle una lunga esperienza nel campo del volontariato sociale - sottolinea Piera Mazzone -, la vice presidente e tesoriera è Carmela Marsilla che si occupa del coordinamento delle volontarie e dell’organizzazione di eventi per realizzare il progetto di aggiornamento tecnologico della strumentazione in uso all'ospedale cittadino. Un particolare aspetto di Igea, che ha un ufficio operativo in via Calderini a Borgosesia, è l'affiancamento ad associazioni esistenti e piccole realtà di volontariato, sorreggendole nel realizzare i loro progetti.

Un’altra importante caratteristica dell’attività è legata alla prevenzione: in collaborazione con la Lilt sono state effettuate trecento visite specialistiche gratuite all’ospedale di Borgosesia. Attualmente è attivo un piccolo progetto che prevede la presenza della dermatologa Francesca Graziola in diversi paesi: a Borgosesia nella sede della Croce rossa, a Guardabosone all’ambulatorio del Comune, a Valduggia all’ambulatorio comunale e a Grignasco all’ambulatorio dell’Asl. L’associazione ha donato anche due generosi contributi in denaro alle scuole materne “Giovanna Antida” di Borgosesia e “San Vincenzo” di Varallo per realizzare un progetto musicale e un progetto legato alle favole».

Nella sede di via Calderini sono in vendita oggetti regalo (lanterne in feltro, gioielli realizzati con pietre vere legate in argento, candele natalizie, composizioni in legno e panno, paraspifferi) realizzati dalle volontarie dell’associazione: la sede è aperta il martedì e il sabato dalle 15 alle 18.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...