Notizia Oggi

Stampa Home

Borgo, la Croce rossa conferma Zaffalon, volontario dal 1983

Sarà presidente per altri quattro anni
Articolo pubblicato il 10-03-2016 alle ore 21:24:58
Borgo, la Croce rossa conferma Zaffalon, volontario dal 1983 3
Pier Franco Zaffalon

Con 68 preferenze su 168 votanti, la Croce rossa di Borgosesia ha confermato Pier Franco Zaffalon alla presidenza: ha è stato confermato Zaffalon, presidente uscente. Per lui si aprono dunque altri quattro anni per proseguire sulla linea del precedente mandato: «La riconferma mi fa veramente felice perchè significa che i volontari hanno creduto in me - commenta -, hanno avuto fiducia nel mio lavoro precedente e in quello che sarà il mio operato futuro. E spero di riuscire a non deludere nessuno».

Da più di trent'anni Zaffalon è socio attivo nella Croce rossa cittadina: «Sono entrato a farvi parte fin dalla nascita del comitato, nel 1983: sono stato invitato da un amico e una volta al suo interno ho capito di non poterne fare a meno - commenta -. Essere volontario della Croce rossa non è un hobby, ma una vera passione. Aver ricoperto l’incarico di presidente e ora essere confermato per i prossimi quattro, è la più grande soddisfazione». I volontari della Cri cittadina domenica hanno avuto la possibilità di scegliere fra tre candidati: ciascuno di loro aveva presentato un proprio "programma elettorale".

Ora Zaffalon porterà avanti il proprio programma: «Principalmente ho sottolineato il mio intento a dare spazio ai giovani, sviluppando con loro attività e incontri, dando loro fiducia perchè sono il futuro della Croce rossa - spiega -. Vorrei inoltre che tutto ciò che è stato fatto negli scorsi anni non vada a perdersi, anzi venga migliorato, come per esempio l'attività socio assistenziale che garantiamo, e il servizio di accoglienza al pronto soccorso dell'ospedale cittadino».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...