Notizia Oggi

Stampa Home

Borgosesia, anche senza Buonanno l'Armata Brancaleone non si ferma

Il vice sindaco Alice Freschi: «C'è tutta l'intenzione di proseguire»
Articolo pubblicato il 20-07-2016 alle ore 21:24:53
Borgosesia, anche senza Buonanno l'Armata Brancaleone non si ferma 3
L'Armata Brancaleone con lo scomparso sindaco Buonanno

Non sarà abbandonata l'Armata Brancaleone, uno dei progetti sociali su cui ha più creduto lo scomparso sindaco Gianluca Buonanno. Proseguirà il proprio compito a servizio della città il gruppo di persone impegnato in lavori di pulizia e manutenzione.

L'Armata Brancaleone conta attualmente su cinquanta-sessanta persone: costituita nell'estate di due anni fa, ha rappresentato l'incontro fra le esigenze di cittadini che, senza un lavoro, chiedevano aiuti economici al Comune e la necessità dell'amministrazione di mantenere Borgosesia ordinata e pulita. I beneficiari si mettono infatti a disposizione del Comune per effettuare lavori di utilità pubblica: le mansioni che sono loro affidate riguardano lavori edili, tinteggiature, riparazioni, pulizia di strade e marciapiedi, taglio dell'erba: «C'è tutta l'intenzione di proseguire - conferma il vice sindaco Alice Freschi -, i benefici sono evidenti. Da un lato, l'Armata rappresenta un serbatoio di forza-lavoro utile e importante per la città: svolgono compiti a cui, per ragioni di numeri, il solo operato dei dipendenti comunali non sarebbe in grado di assicurare un identico risultato. E' sotto gli occhi di tutti come la città sia più bella e pulita. Dall'altro, non possiamo abbandonare quanti attraverso l'impegno a favore del Comune traggono un sostegno economico e hanno riconquistato un ruolo nella società».

C'è poi un secondo aspetto che lega il Comune all'Armata Brancaleone: «Dobbiamo proseguire anche per rispetto a Buonanno - osserva Freschi -: l'Armata Brancaleone era un suo progetto, e soprattutto fra quelli di cui andava più fiero. Il suo mantenimento è anche una forma di rispetto verso la sua memoria. E non è comunque una decisione difficile: è un progetto che riveste una forte valenza sociale, un campo dove la nostra attenzione è sempre molto alta come testimonia anche l'avvio e il sostegno a Mensa Amica per garantire un pasto quotidiano a persone in difficoltà economiche».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...