Notizia Oggi

Stampa Home

Borgosesia formazione per donne disoccupate con Ipsia e Croce rossa

Articolo pubblicato il 07-02-2018 alle ore 16:56:58
Borgosesia formazione per donne disoccupate con Ipsia e Croce rossa 3
Borgosesia formazione per donne disoccupate con Ipsia e Croce rossa 3

Si avvia al termine il progetto “Il filo rosso”, iniziativa di sartoria solidale attivato grazie anche al corso moda dell’Ipsia Magni di Borgosesia.

Il progetto è stato promosso dal comitato di Borgosesia della Croce rossa con la Caritas parrocchiale di Varallo e l’associazione Eufemia e si è posta come obiettivo primario di offrire a donne disoccupate una formazione professionale spendibile nel mondo del lavoro. Nel logo del progetto un ago, che cuce e unisce, a ricordare la tecnica lavorativa ma anche l’importanza delle relazioni umane, della solidarietà, della crescita insieme, e, appunto, un filo rosso, che richiama il colore della Croce rossa.

Il ruolo dell’istituto scolastico è stato tecnico: la docente Brigida Iuliucci, coadiuvata da un gruppo di studentesse del triennio del corso moda nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro, si è infatti occupata della didattica insegnando alle iscritte le nozioni fondamentali del cucito e della sartoria.

Il primo modulo ha permesso a 17 allieve di imparare i punti a mano e a macchina realizzando poi alcuni oggetti (come porta mollette, astucci, sottobicchieri, sciarpe) presentati in occasione dell’Alpàa di Varallo. Il secondo modulo, recentemente concluso con nove corsiste, ha avuto come obiettivo la realizzazione di un capo d’abbigliamento, nello specifico una gonna, partendo dal cartamodello fino ad arrivare al confezionamento. Alcune delle corsiste hanno partecipato in contemporanea ad alcuni mercatini iniziando a mettere in pratica la professionalità acquisita. La consegna degli attestati sarà sabato 10 febbraio alle 15 nel salone Anni d’argento in corso Roma a Varallo.

L’esperienza è stata fortemente positiva anche per la scuola, considerato il coinvolgimento delle studentesse in un progetto di alternanza scuola-lavoro con finalità di solidarietà: «Ancora una volta l’istituto superiore Lancia cerca di raggiungere l’obiettivo educativo coniugando la principale funzione legata all’istruzione professionale con il coinvolgimento attivo degli studenti in iniziative solidali - è il commenta del dirigente Carmelo Profetto -. Colgo l’occasione per rivolgere un ringraziamento a tutti coloro, studenti e docenti, che hanno permesso la realizzazione del progetto».

Nel mese di marzo inizierà un nuovo corso che vedrà ancora la collaborazione con l’Ipsia “Magni” di Borgosesia: sarà completamente gratuito e riservato a donne senza lavoro indirizzate dai servizi sociali.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...