Notizia Oggi

Stampa Home

Borgosesia piange una donna uccisa dal male a soli 33 anni

E' morta venerdì
Articolo pubblicato il 05-12-2017 alle ore 14:16:10
Borgosesia piange una donna uccisa dal male a soli 33 anni 2
Borgosesia piange una donna uccisa dal male a soli 33 anni

Ha combattuto a lungo, ma nelle prime ore di venerdì si è dovuta arrendere alla malattia che l’aveva colpita: Stefania Zumbo si è spenta a soli 33 anni. Borgosesiana, viveva con la famiglia in località Aranco. Una vicenda che ha molto colpito i conoscenti: sebbene colpita da un male che non le avrebbe lasciato speranze, in estate la giovane donna aveva comunque voluto coronare il suo sogno d'amore e aveva sposato il fidanzato Andrea Bonatti: il matrimonio era stato celebrato nel mese di luglio, in municipio, ed era stato officiato dal vice sindaco di Borgosesia.

Una storia d’amore che era destinata a concludersi troppo presto. Nelle scorse settimane Stefania ha dovuto arrendersi di fronte all'aggravamento delle proprie condizioni di salute, finché è stato deciso il ricovero all'hospice di Gattinara, il reparto creato per accompagnare gli ammalati alla conclusione della loro vita. E qui la giovane è infine deceduta.

Familiari e amici si sono ritrovati sabato pomeriggio nel cimitero di Aranco per un momento di raccoglimento. Oltre al marito Andrea, Stefania Zumbo ha lasciato i genitori Francesco e Carmela e il fratello Marco, che in passato è anche stato volontario nel comitato cittadino della Croce rossa.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...