Notizia Oggi

Stampa Home

Borgosesia, raccolti in un libro i racconti di Bruno Alberganti

Articolo pubblicato il 14-12-2017 alle ore 18:39:39
Borgosesia, raccolti in un libro i racconti di Bruno Alberganti  3
Borgosesia, raccolti in un libro i racconti di Bruno Alberganti 3

Si chiude un anno denso di soddisfazioni per Bruno Alberganti. Lo scrittore borgosesiano ha anche dato alle stampe un libro, “Arcobaleno”, che raccoglie una serie di racconti.

Intanto, l'autore è stato giudicato al primo posto al Premio nazionale di Livorno, nella sezione narrativa a tema “Il treno”. Due invece i secondi posti nei concorsi letterari: al Premio internazionale “Marchesato di Ceva” e al “Castel Govone” di Finale Ligure, entrambi nella sezione narrativa. Piazzamenti appena sotto il podio al concorso di poesia e narrativa “Vittorio Alfieri” di Asti (sezione poesia in vernacolo) e al concorso “Idea donna” di San Benedetto del Tronto (sezione narrativa), e finalista per la narrativa ad Asti e a Lecce. Alberganti ha anche ricevuto due menzioni d’onore (in provincia di Messina per la poesia in vernacolo e a Lecce per la poesia in lingua italiana) e una menzione di merito a Prato Sesia, ancora per la poesia.

Una cinquantina di racconti scritti da Alberganti sono stati raccolti in un unico volume: “Arcobaleno” racchiude una sintesi della produzione più recente dell'autore borgosesiano, dedicati ai temi più diversi, per far commuovere, sorridere o divertire. Una passione per la scrittura maturata negli ultimi dieci anni per Alberganti: «E' arrivata improvvisa la spinta di iniziare a scrivere - dice -, ho iniziato con narrazioni brevi e minuti fatti della vita, proseguendo caparbiamente su questo cammino, grazie allo slancio arrivato ai primi apprezzamenti ricevuti dalle giurie dei premi letterari». Il libro “Arcobaleno” è in vendita nelle edicole Gianoglio in piazza Cavour e Perolio in via Roma.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...