Notizia Oggi

Stampa Home

Borgosesia, gli studenti dell'Ipsia hanno dipinto le aule della scuola

I pennelli si sono alternati ai libri come strumento di "lezione"
Articolo pubblicato il 15-07-2016 alle ore 15:28:45
Borgosesia, gli studenti dell'Ipsia hanno dipinto le aule della scuola 4
Borgosesia, gli studenti dell'Ipsia hanno dipinto le aule della scuola 4
Borgosesia, gli studenti dell'Ipsia hanno dipinto le aule della scuola 5
Borgosesia, gli studenti dell'Ipsia hanno dipinto le aule della scuola 5

Sei aule totalmente ridipinte e decorate, così come parte del corridoio al pianterreno, i soffitti, la facciata esterna da tempo deturpata da scritte e segni del tempo. E tutto realizzato dagli studenti dell’Ipsia “G. Magni” di Borgosesia. E' il bilancio del progetto “La bella scuola”, che si era posto l'obiettivo di ristrutturare e rendere più accoglienti classi e ambienti di lavoro. Ogni elemento, dai colori ai disegni ispirati ai vari indirizzi di studio, alle frasi evocative, è stato scelto e realizzato dagli studenti sotto la supervisione dei docenti e il coordinamento della professoressa Rosetta Lisi.

«L'obiettivo era duplice - spiegano dalla scuola -: da una parte migliorare l'edificio scolastico per offrire ad alunni e insegnanti spazi rinnovati, che fossero ancora di più specchio fedele degli altrettanto “colorati” ed entusiasmanti processi di crescita e formazione che avvengono al loro interno; dall'altra coinvolgere gli studenti in un progetto concreto a favore della loro comunità, responsabilizzandoli verso il bene comune e sviluppando competenze, individuali e professionali».

Ciascuna classe ha dapprima lavorato per immaginare e abbozzare il progetto su carta; quindi, gli studenti si sono divisi in squadre, alternando il lavoro coi pennelli alle lezioni di tutti i giorni: «Oggi, visitando le aule, si possono ammirare volti in stile pop art di famosi stilisti, alberi con lampadine al posto delle radici, coloratissimi circuiti elettrici, decori ispirati al mondo della meccanica. Ma si possono anche osservare i dettagli curati fin nei minimi particolari, dai nuovi battiscopa ai bordi ridipinti delle lavagne, appendiabiti risistemati e porte con un grande numero disegnato all'esterno per riconoscere le aule». 

Il progetto “La bella scuola” ha avuto il sostegno della Provincia di Vercelli, dalla quale è giunto un contributo di quasi mille euro, e di alcune aziende locali quali Barberi, Ritmonio, Mariani, Zegna Baruffa: «Uno degli aspetti innovativi del progetto risiede nello spirito di iniziativa del gruppo docenti, che hanno bussato alle porte degli industriali della zona presentando il progetto e chiedendo un contributo libero. Alcuni hanno aderito, a partire dalla famiglia di uno studente della scuola, la ditta Gattoni di Gozzano, con offerte in denaro, altri mettendo a disposizione  il materiale. Fondamentale poi è stata la consulenza tecnica del colorificio Villa di Borgosesia». Per concludere il lavoro restano sei aule, parte dei corridoi e i laboratori: «Per quello della torneria c'è l'impegno della famiglia di un ex insegnante di torneria, Osvaldo Gagliardini, mentre un'ulteriore richiesta di fondi è stata inoltrata alla Provincia».

Chi volesse contribuire al progetto, con materiale o fondi, può contattare direttamente la scuola al numero 0163.22227.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...