Notizia Oggi

Stampa Home

Borgosesia, gli studenti sospesi dovranno lavorare per la comunità

Articolo pubblicato il 28-12-2017 alle ore 15:44:47
Borgosesia, gli studenti sospesi dovranno lavorare per la comunità 4
Immagine di repertorio

I ragazzi sospesi da scuola non potranno più stare a casa: per loro ci saranno invece da svolgere lavori socialmente utili. Lo prevede la convenzione istituita tra il Comune di Borgosesia e l’istituto scolastico cittadino Lancia.

«Abbiamo pensato, insieme alla dirigenza scolastica dell'Istituto Lancia nella persona del preside Carmelo Profetto, di fare in modo che i ragazzi che subiscono dei provvedimenti disciplinari a scuola debbano rendersi utili per la città, svolgendo varie attività socialmente utili - spiega il sindaco Paolo Tiramani - è un modello educativo che deve servire agli studenti per comprendere che il cattivo comportamento non può essere tollerato e che l'ordine e la disciplina sono valori fondamentali nella nostra società. Finora il periodo di sospensione permetteva ai ragazzi di trascorrere un sorta di vacanza, ora non sarà più così in quanto chi non rispetterà le regole scolastiche dovrà mettersi a disposizione per pulire stabili, tinteggiare e svolgere altre attività di supporto alla collettività. La nostra amministrazione è molto sensibile alla problematica della crescente trasgressione dei buoni comportamenti in ambito scolastico, per la quale le consuete sanzioni disciplinari non risultano sufficienti per il recupero degli studenti coinvolti. Il nostro progetto si pone quindi l'obiettivo di realizzare un'alleanza educativa tra pubblica amministrazione, istruzione scolastica, famiglia e studenti per avviare un percorso utile allo sviluppo del senso civico».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...