Notizia Oggi

Stampa Home

Bruciava sterpaglie all'aperto: i carabinieri fermano un 33enne di Crevacuore

E' accaduto pochi giorni fa
Articolo pubblicato il 01-11-2017 alle ore 13:27:18
foto repertorio
foto repertorio

Brucia le sterpaglie anche se è vietato. Un nordafricano di 33 anni, residente a Crevacuore, rischia dei guai. L’altro giorno senza alcun problema in pieno giorno ha deciso di dare fuoco ad alcuni sfalci nella zona vicino l cimitero comunale. Alcuni residenti e volontari dell’Aib che passavano da quelle parti hanno subito notato il fumo e preoccupati, sapendo anche della situazione di massima allerta, hanno deciso di chiamare i carabinieri.

Gli uomini dell’Arma hanno invitato l’uomo a spegnere subito le fiamme che erano comunque circoscritte e sotto controllo, ma l’ordinanza parla chiaro: nessun fuoco può essere acceso. Il fuoco è stato quindi spento rapidamente, ma sul posto sono intervenuti anche i carabinieri forestali per valutare la situazione e gli eventuali provvedimenti da adottare nei confronti dell’uomo.

L’uomo rischia di avere qualche guaio, infatti non rispettava le prescrizioni legate all’attuale stato di massima pericolosità (ad esempio quella di non accendere fuochi a meno di cento metri dal bosco). Era vicino a casa in un’area verde e vicino agli alberi.

 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...