Notizia Oggi

Stampa Home

Buonanno: questi napoletani, se lavorassero come piangono...

Il caso è finito anche sui giornali della città
Articolo pubblicato il 06-04-2016 alle ore 08:44:38
Buonanno: i napoletani, se lavorassero come piangono... 3
Il twwet di Buonanno

Gianluca Buonanno spara a zero contro i napoletani che hanno inscenato proteste di vario genere dopo la lingua squalifica a cui è stato condannato l'attaccante Gonzalo Higuain per le intemperanze durante la partita contro l'Udinese (nella motivazione si parla di "gesto irriguardosò da parte di Higuain verso il direttore di gara"). Scontate le reazioni della tifoseria napoletana, che ha accusato la giustizia sportiva di aver voluto affossare la società in momento cruciale del campionato. E Buonanno ieri ha risposto con un tweet inequivocabile: «La solita sceneggiata napoletana per le quattro meritate giornate di squalifica a Higuain... A Napoli se lavorassero come piangono non ci sarebbe neppure un disoccupato...» Il caso è finito anche sui giornali napoletani.

Non è la prima volta che Buonanno interviene nelle beghe sportive. Qualche tempo fa aveva preso posizione contro il motociclista Marquez, reo di aver provato la sconfitta di Valentino Rossi nel Motomondiale: «Metteremo cartelli con la sua foto nei bagni pubblici di Borgosesia» aveva annunciato il sindaco-europarlamentare: un poster che mostra Marquez con un rotolo di carta igienica in mano e una didascalia inequivocabile: «Un aiuto nel momento del bisogno»

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...