Notizia Oggi

Stampa Home
Diversi casi segnalati in Valsessera

Chiedono l'elemosina spacciandosi per migranti

Il sindaco di Pray: non sono i ragazzi ospitati qui
Articolo pubblicato il 08-11-2015 alle ore 09:30:31
Chiedono l'elemosina spacciandosi per migranti 3
Foto d'archivio

«Sono uno dei migranti ospitati a Pray: può darmi qualcosa per le piccole spese?» Più o meno, è questa la richiesta che parecchie persone della Valsessera e del basso Triverese si sono sentite rivolgere in queste settimana da una o più persone di colore, a volte anche abbastanza distinte nell'abbigliamento. Ma non è vero.

«Nessuno dei migranti ospitati a Pray o a Trivero ha mai chiesto elemosina in giro» dice il sindaco prayese Gian Matteo Passuello. «Del resto, quando sono arrivati noi li abbiamo avvertiti subito: mai chiedere elemosina in giro. E sono certo che non l'hanno mai fatto». Tanto più che le persone che girano per le case a chiedere soldi si rivolgono ai proprietari in italiano, mentre nessuno dei migranti arriva da tre mesi parla l'italiano, se non poche parole.

Se qualcuno volesse comunque fare l'elemosina a queste persone, nessun problema: ma non si tratta dei migranti arrivati tra luglio e agosto.

Tags: migranti,pray

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...