Notizia Oggi

Stampa Home

Cinquant'anni fa moriva il conte Ermenegildo Zegna

Memoria di un imprenditore
Articolo pubblicato il 19-11-2016 alle ore 16:40:11
Ermenegildo Zegna
Ermenegildo Zegna

In una lettera, contenuta nel sito della Fondazione,  Anna Zegna ha voluto ricordare la figura del nonno a 50 anni dalla morte.
«Il nonno si spense il 18 novembre 1966. Era nato il 2 gennaio 1892 nello stesso paese, Trivero, in cui trascorse tutta la sua vita e dove dispose di essere sepolto. Nel libro “Oltre l’orizzonte” Piero Chiara lo ricorda con queste parole: Ermenegildo Zegna sapeva di meritare la riconoscenza del paese. Gli bastava guardare quel che era diventato Trivero con la distesa dei suoi stabilimenti e alzare lo sguardo alla Panoramica, per sentire il giusto orgoglio di una vita bene spesa. Aveva avuto tempo per tutto: per la produzione e per la distribuzione del suo prodotto su scala mondiale, per la sistemazione della sua gente in un organico complesso di lavoro e di vita civile, per la valorizzazione dell’ambiente naturale che lo circondava. Il 18 novembre 1966, a settantaquattro anni d’età, chiudeva la sua laboriosa giornata».
La ricerca d’archivio portata avanti grazie alla Fondazione Zegna permette però di ricostruire l'immagine del monsù Gildo, come veniva familiarmente chiamato il Conte di Monte Rubello di Trivero, anche in un altro modo: rileggere a mezzo secolo di distanza i messaggi di cordoglio che giunsero ai congiunti in occasione della morte.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...