Notizia Oggi

Stampa Home

Cinque rinviati a giudizio e un patteggiamento per il crac di Phonemedia

Giovedì a Novara si è conclusa l'udienza preliminare
Articolo pubblicato il 17-07-2016 alle ore 11:34:53
Cinque rinviati a giudizio e un patteggiamento per il crac di Phonemedia 3
Foto di archivio

Giovedì, in Tribunale a Novara, si è conclusa l’udienza preliminare per il crac di Phonemedia, il colosso dei call center fallito nel 2012 e che nelle province di Novara, Biella e Vercelli lasciò a casa quasi un migliaio di lavoratori, venti dei quali sono stati ammessi dal gup nel processo come parte civile.

Cinque i rinvii a giudizio (data del processo: 24 novembre) e un patteggiamento. I rinviati a giudizio sono Antonangelo Liori, 52 anni, gestore di call center, Claudio Marcello Massa, 68 anni, uno dei responsabili della società che gestiva Phonemedia, Giuseppe Belletti, 47 anni, Alessandro Delle Cese, 54 anni, e Patrizio Pollini, 49 anni, che erano sindaci della società fallita. I loro avvocati avevano chiesto il non luogo a procedere. Per loro l’accusa è di bancarotta fraudolenta e reati connessi. A optare per il patteggiamento è stato invece Fabrizio Cazzago, novarese 56enne fondatore del gruppo.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...