Notizia Oggi

Stampa Home

Clamorosa svolta nel giallo di Vercelli: in carcere la figlia della vittima

Il cadavere era stato trovato da lei
Articolo pubblicato il 07-04-2016 alle ore 22:21:16
Svolta nel giallo di Vercelli: in carcere la figlia della vittima 2
Foto d'archivio

Era stata lei a trovare il corpo della madre morta, con il corpo in una pozza di sangue, e adesso è ancora lei a finire in carcere. Dopo l'interrogatorio è infatti stato decretato il fermo per Cristina Carenzo, 50 anni, figlia di Franca Ranghino, 80 anni, trovata morta stamane nella sua casa di Vercelli. Fin da subito si era parlato di morte violenta, anche perché ieri sera i vicini avevano sentito delle urla provenire dall'alloggio. 

Adesso l'ipotesi investigativa è chiara: la figlia avrebbe ucciso la madre dopo la furiosa lite di ieri sera. Alcuni particolari e le ecchimosi sul corpo della donna hanno gettato pesanti ombre sulla figlia. Cristina Carenzo, invece di avvertire i soccorsi, si era stranamente rivolta al medico di famiglia. Nel pomeriggio la clamorosa svolta che ha portato la donna a Bieliemme. Nelle prossime ore è prevista una conferenza stampa degli investigatori.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...