Notizia Oggi

Stampa Home

Commercio di scarpe rubate, ai domiciliari anche un finanziere

Sono 12 le persone indagate
Articolo pubblicato il 27-04-2016 alle ore 16:31:56
Commercio di scarpe rubate, ai domiciliari anche un finanziere 2
Le scarpe trovate nell'abitazione

C'è anche un finanziere tra le  persone che sono state denunciate ieri pomeriggio per commercio abusivo di scarpe rubate. L'operazione è stata portata avanti dalla polizia di Vercelli, che nel mese di febbraio si è accorta di movimenti sospetti in un'abitazione privata. Tramite strumentazione tecnologica è stato possibile scoprire che all'interno dell'abitazione era in corso un'attività di commercio non autorizzata. 

In pratica c'erano delle persone che vi entravano a mani vuote e uscivano con borse di carta bianche piene di merce. Il pm ha quindi disposto una perquisizione dei locali, che ha dato esiti positivi: all'interno della casa c'erano circa 180 paia di scarpe marcate “Ago Italia”, ovvero calzature di elevato valore economico che si è appurato esser state rubate in un magazzino di Magenta, nel Milanese. Il furto era stato di circa 400 paia di scarpe, per un danno complessivo di 40mila euro. 

Con l'attività della polizia è stato possibile indagare complessivamente 12 soggetti, di cui 7 per il reato di incauto acquisto, 3 per il reato di furto aggravato e 2 per il reato di ricettazione aggravata. In particolare, le misure cautelari degli arresti domiciliari sono state disposte per i due autori materiali del furto e per due ricettatori, tutti parenti tra loro. Uno dei ricettatori attualmente agli arresti domiciliari era finanziere in servizio presso la locale Guardia di Finanza ed è emerso che, proprio durante il servizio di pattuglia, si occupava anche di vigilare l’attività di famiglia e procacciare il maggior numero di clienti.

 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...