Notizia Oggi

Stampa Home

Con ''Mano d'opera'' riparte a Varallo la scuola di teatro

Vari tipi di percorsi
Articolo pubblicato il 13-10-2016 alle ore 19:23:42
Con ''Mano d'opera'' riparte a Varallo la scuola di teatro 2
Con ''Mano d'opera'' riparte a Varallo la scuola di teatro 2

Riprende a Varallo la scuola di teatro “L’isola di Prospero”, curata dall’associazione “Mano d’opera” di Graziano Giacometti e Francesca Pastorino. La scuola presenterà i corsi nella serata di lunedì 24 ottobre alle 21 nel teatro Civico, dove poi si terranno le lezioni. L’incontro è aperto a tutti e sarà l’occasione per gli interessati di conoscere il programma e gli insegnanti.  

«Il primo corso è dedicato a tutti coloro che intendono cominciare un percorso teatrale con la scuola - spiegano Pastorino e Giacometti -, mentre il secondo, il terzo e il quarto corso, vedrà proseguire il percorso degli aspiranti attori delle edizioni precedenti». Le lezioni saranno tenute oltre che dagli stessi Giacometti e Pastorino, che da anni si occupano di teatro sia nelle vesti di docenti che di interpreti, anche dall’attrice varallese Costanza Daffara. Sono previste lezioni di espressione corporea, dizione, studio della voce e costruzione del personaggio. Il corso prevede diciannove incontri per un costo complessivo di 135 euro (compresa copertura assicurativa); gli incontri si terranno nelle serate di lunedì dalle ore 21 alle 23 dal mese di novembre al mese di aprile al teatro Civico di Varallo. Per chi volesse saperne di più può contattare il 347.777.3976 oppure consultare il sito dell’associazione www.grazianogiacometti.wix.com/manodopera o mandare una mail a grazianogiacometti@tiscali.it.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...