Notizia Oggi

Stampa Home

Da Accumoli a Valduggia per un'amatriciana di solidarietà

Un evento all'insegna della solidarietà
Articolo pubblicato il 08-11-2016 alle ore 17:46:23
Da Accumoli a Valduggia per un'amatriciana di solidarietà 2
Pasqualin durante il suo viaggio ad Accumoli

La solidarietà corre sulla linea Valduggia-Accumoli. Manlio Pasqualin aveva programmato un pranzo solidale per la popolazione del Comune in Provincia di Rieti colpita dal terremoto dello scorso 24 agosto. Ad Accumoli ci era andato in bicicletta, pedalando per circa 700 chilometri. Una volta sul posto, toccando con mano la forza devastante del sisma, aveva consegnato i soldi a diverse persone. Tra queste, una famiglia che prima gestiva un bed and breakfast e di colpo si è ritrovata senza casa e senza lavoro. Da quel momento il valduggese ha preso a cuore il dramma vissuto dalle popolazioni del centro Italia e, mentre la terra continua a tremare, ha pensato a una nuova iniziativa per raccogliere fondi.


In particolare verrà proposto a Valduggia un pranzo solidale a favore della popolazione di Accumoli: «Si tratta di un appuntamento importante e particolare – spiegano gli organizzatori – poiché gli ospiti d’onore della giornata saranno proprio le persone che ha incontrato e conosciuto Pasqualin in occasione del suo viaggio. Saranno loro che si metteranno ai fornelli per preparare la vera pasta all’amatriciana, seguendo la ricetta originale, quella pasta conosciuta in tutto il mondo».


Il legame tra la gente di Accumoli e Valduggia era nato in occasione del viaggio in bicicletta del valduggese: non appena era accaduta la catastrofe, di sua spontanea volontà aveva deciso di raccogliere offerte tra i suoi concittadini per destinarli a chi aveva perso tutto. In poco tempo aveva raccolto circa 3.200 euro ma, anziché consegnarlo a qualche associazione o fare un bonifico, aveva deciso di portare personalmente il denaro a destinazione. Per arrivare in centro Italia niente auto o treno, aveva scelto un mezzo con cui muoversi anche tra i detriti, la bicicletta. In 40 ore aveva percorso quasi 700 chilometri, un viaggio quello di Pasqualin che era terminato proprio ad Accumoli: ed è stato lì, in mezzo alla disperazione di chi aveva perso tutto, che ha avuto l’occasione di incontrare una famiglia.


La solidarietà per i terremotati non si è però esaurita con il viaggio in bicicletta: con quella famiglia Manlio Pasqualin aveva fin da subito stretto un forte legame, tanto da invitarli a Valduggia. E la promessa a breve diventerà realtà. Domenica 13 novembre sarà infatti preparato al salone polivalente un pranzo proprio per la gente di Accumoli: a organizzarlo saranno il Comitato carnevale di Invozio, quello di Valduggia, l’amministrazione comunale e l’associazione Laga Insieme. Dopo aver gustato il pranzo, soprattutto la pasta all’amatriciana cucinata con la ricetta originale, saranno proiettate immagini e testimonianze dei paesi colpiti dal terremoto. Il costo del pranzo sarà di 20 euro a persona e il ricavato sarà interamente destinato ad Accumoli. Per prenotazioni è possibile telefonare al 347.3659374 (dopo le 16).

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...