Notizia Oggi

Stampa Home

Da Borgosesia all'Inghilterra: a 17 anni è un bella promessa per il basket

Era stata notata a un camp locale
Articolo pubblicato il 26-07-2016 alle ore 17:41:20
Da Borgosesia all'Inghilterra tra studio e basket 3
Chiara Di Stefano

Ha 17 anni e ormai da tempo ha lasciato la frazione Guardella per inseguire il sogno nel mondo del basket. E' una ragazza borgosesiana di 17 anni che sta entusiasmando il pubblico in Inghilterra. Tempo fa Chiara Di Stefano appena compiuti aveva deciso di accettare una bella proposta: una borsa di studio per trasferirsi oltre Manica dopo essere stata notata da un osservatore dei Reading Rockets. Prima frequentava il liceo di scienze applicate a Valle Mosso e giocava per una società di Novara, poi la svolta è arrivata durante un camp estivo dove è stata contattata da un allenatore che lavora per la John Madejski Academy.

Subito la scelta l'ha preoccupata un po', ma davanti a una occasione del genere era impossibile voltare le spalle. Oggi Chiara studia, gioca a pallacanestro e soprattutto si sta facendo notare per i suoi meriti sportivi. E' entrata a far parte del programma nominato Élite Basketball Program, nel quale i ragazzi hanno la possibilità di astudiare e completare il ciclo di scuole superiori dedicandosi a tempo pieno al basket. E' passato più di un anno e con la sua “famiglia” inglese tutto fila liscio, si trova a proprio agio e ha anche una compagna di viaggio, una studentessa spagnola. Il programma è severo: ci sono orari da rispettare, compiti da fare e anche risultati scolastici da conseguire, altrimenti si rischia di perdere la borsa di studio e terminare il sogno. Insomma una pressione non da poco, ma per Chiara tutto questo è più che altro uno stimolo.

«Ho trovato un bell’ambiente, molto competitivo, si lavora sodo – spiega -. Nonostante le difficoltà iniziali e la differenza di età, con le senior mi trovo bene, riesco a giocare con buoni rendimenti e con tanta voglia di dimostrare agli allenatori che hanno avuto molta fiducia in me i risultati del lavoro svolto». Anche a livello sportivo le cose vanno davvero bene, come racconta: «Inizialmente avrei dovuto prendere parte al campionato studentesco spiega -. Ma dopo alcuni allenamenti, sono stata convocata nella squadra Senior che partecipa al campionato nazionale di Seconda Divisione». Un campionato di primo piano con la conquista di due finali nazionali, entrambe terminate con l’argento, dopo aver concluso vittoriosamente il campionato Senior di Seconda divisione del Sud-Ovest, con un record di 15 vittorie su 16 partite disputate.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...