Notizia Oggi

Stampa Home

Daniel Napolitano ucciso per una sigaretta

Lo ha ammesso l'omicida
Articolo pubblicato il 08-07-2016 alle ore 21:37:05
Daniel Napolitano ucciso per una sigaretta 2
Daniel Napolitano

C'è una sigaretta negata dietro la morte di Daniel Napolitano, il 25enne ucciso a Vercelli dall'amico Alessandro Rizzi, che di anni ne ha 23. E' stato lo stesso Rizzi a confessarlo al pm dopo il fermo, che potrebbe essere convalidato nella giornata di domani.

Nel frattempo la procura sta ricostruendo tutto quello che sarebbe successo mercoledì sera nel rione Concordia. Stando a una prima ricostruzione dei fatti l'assassinio sarebbe stato commesso alle 21.30, un'ora più tardi sono stati chiamati i soccorsi. L'arma del delitto, un coltello, è stata trovata nel giardino delle case popolari, pulita senza troppa cura.

Rizzi ha raccontato che tutto è partito dal rifiuto di una sigaretta: i giovani sarebbero presto passati alle mani, fino alle coltellate. Una di queste trafora il polmone del giovane Napolitano.

 

 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...