Notizia Oggi

Stampa Home

Dietrofront di Brusnengo sulle slot: gli orari tornano ad allungarsi

Il sindaco: «I nostri bar e locali perdevano clienti che si trasferivano a giocare verso i centri del vercellese dove non è prevista la stessa normativa»
Articolo pubblicato il 31-03-2017 alle ore 21:06:52
Dietrofront di Brusnengo sulle slot: gli orari tornano ad allungarsi 1
Dietrofront di Brusnengo sulle slot: gli orari tornano ad allungarsi 1

Brusnengo modifica l'ordinanza contro le slot-machines e gli utenti tornano a giocare dalle 10 alle 22. 

 Dopo aver vietato l’utilizzo delle macchinette nella fascia oraria mattutina e pomeridiana, il paese ha deciso di tornare sui suoi passi. Nei locali e bar di Brusnengo si potrà giocare alle slot dalle 10 alle 22, in pratica macchinette spente solo al mattino presto e la sera tardi.

Ma cosa ha fatto cambiare idea all’amministrazione comunale? «Semplicemente mi è stato fatto notare che nei Comuni vicini verso il Vercellese non valgono le stesse regole - spiega Fabrizio Bertolino -. In pratica i nostri bar e locali perdevano clienti che si trasferivano a giocare verso i centri del vercellese dove non è prevista la stessa normativa. Il problema ludopatia quindi di certo non si risolveva». E Brusnengo è proprio un Comune a confine. «Da parte nostra abbiamo adottato la normativa - spiega - e sappiamo bene che giocare alle slot machines per alcuni soggetti è un vero problema. Ma non possiamo neppure imporre regole che a 50 metri da noi sono diverse».

Insomma dovrebbe competere a qualcun’altro imporre le regole certe. «Che sia lo Stato a imporre una regola uguale per tutti - riprende -. Non è giusto che un Comune vieti il gioco e quello vicino no. Così il problema non si risolve, semplicemente si sposta. Ma a rimetterci sono gli esercenti, per alcuni locali queste slot rappresentano una piccola entrata comunque utile per pagare l’affitto o la bolletta».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...