Notizia Oggi

Stampa Home

Discariche di rifiuti nei boschi di Grignasco

La grignaschese, che ha visto e documentato il degrado lasciato da ignoti pochi giorni fa, non si spiega il motivo del gesto
Articolo pubblicato il 29-10-2017 alle ore 13:07:55
Discariche di rifiuti nei boschi di Grignasco 1
Discariche di rifiuti nei boschi di Grignasco 1

Discariche abusive a cielo aperto  tra Grignasco e Prato Sesia. Nei giorni scorsi ignoti hanno abbandonato immondizia di ogni genere sui sentieri che costeggiano i due paesi novaresi. «Addentrandosi nei boschi, lasciando Grignasco, fuori dalla Cascina Spazzacamini, verso la piscina ex Pipa e dalla Cascina Spazzacamini verso le chiuse dell’Enel c’è di tutto – spiega una grignaschese –: dalle piastrelle ai sacchi neri traboccanti di rifiuti».

La grignaschese, che ha visto e documentato il degrado lasciato da ignoti pochi giorni fa, non si spiega il motivo del gesto. «Ci sono degli appositi centri che raccolgono irifiuti speciali  e paghiamo una tassa specifica - sottolinea la donna -, quindi non capisco perché c’è ancora gente che sporca l’ambiente e non rispetta le regole. Basterebbe davvero poco per evitare queste brutte scene». Non è la prima volta che la grignaschese nota sporcizia tra le radure. «Spesso con il cane passeggio tra i sentieri e mi capita di vedere cumuli di rifiuti di ogni genere. Lo scorso anno ho anche trovato molto peggio: qualcuno aveva lasciato un sacco nero con dentro galline morte, è una vergogna».

Ma qualcosa a detta della donna è migliorato in questi giorni. «Ho fatto notare la situazione utilizzando i social network e devo dire che qualcosa è migliorato: il cumulo di rifiuti che avevo trovato vicino al cartello con le indicazioni inerenti il supervulcano è sparito – mette in luce la grignaschese –. Forse qualcuno è rinsavito e ha ripulito. Utilizzando il buon senso si riuscirebbe ad avere boschi in ordine e puliti».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...