Notizia Oggi

Stampa Home

Disco d'esordio per il grignaschese Riccardo Lovatto

E' chitarrista e fondatore del "Wolf Gang 4et"
Articolo pubblicato il 12-04-2016 alle ore 21:50:45
Disco d'esordio per il grignaschese Riccardo Lovatto 2
Riccardo Lovatto, seduto al centro della foto

Disco d’esordio per il quartetto jazz “Wolf Gang 4et” fondato dal grignaschese Riccardo Lovatto. Il chitarrista valsesiano, classe 1988, si è trasferito ormai da quasi tre anni a Tokyo e qui ha ideato un metodo di scrittura musicale per tradurre gli ideogrammi giapponesi in frasi e brani musicali. E “Shinnen”, questo il titolo del cd, si basa proprio su questo metodo.

Per la sua registrazione Lovatto è tornato in Italia, riunendo il “Wolf Gang 4et”: con il chitarrista hanno collaborato Jacopo Mazza al pianoforte (anche lui musicista del territorio, di Crevacuore) e Giacomo Tagliavia al contrabbasso e Alessandro Rossi alla batteria. Il disco fa parte del progetto “MusicalShodo”, che propone una fusione musicale e culturale tra due ambiti artistici molto differenti ma allo stesso tempo consonanti, derivati dal soggiorno a Tokyo di Lovatto.

«Ho iniziato a studiare chitarra alle scuole medie di Borgosesia con la maestra Laura Mancini ­ racconta il musicista ­. Con il passare degli anni mi sono appassionato sempre di più al jazz, perchè è una musica che consente di improvvisare e di interagire». E’ l’ottobre del 2012 quando lascia l’Italia e si trasferisce in Giappone. Nella capitale nipponica si esibisce nei jazz club con varie formazioni e con musicisti provenienti da ogni parte del mondo, diventa docente alla “The American Guitar Academy” e tiene seminari sul jazz e blues all’università di Osaka.

Il suo disco d’esordio “Shinnen” è disponibile nei negozi di musica della zona e su I­Tunes. L’album contiene sette brani ispirati ai “kanji”, i caratteri utilizzati nella scrittura giapponese. Sono tracce musicali inedite, scritte tutte da Riccardo Lovatto.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...