Notizia Oggi

Stampa Home
La polemica

Don Ezio Caretti: I profughi non sono stupratori o invasori

Il parroco di Borgosesia risponde sul bollettino alle critiche ricevute
Articolo pubblicato il 11-04-2016 alle ore 14:11:34
Don Ezio Caretti
Don Ezio Caretti

Ha deciso di affidare la propria risposta alle critiche ricevute sull'accoglienza dei profughi a Borgosesia al bollettino parrocchiale. Don Ezio Caretti, parroco di Borgosesia, in queste settimane ha evitato le risposte pubbliche,  ma nel bollettino ha deciso di spiegare la sua posizione.  Scrive nella sua lettera: «L’accoglienza caratterizza in modo più specifico il cristiano: 'Ero forestiero e mi avete ospitato'». E aggiunge ancora: «Chi sbarca sulle nostre coste non sono attentatori della nostra incolumità, potenziali stupratori, ruba pane, non sono invasori, né clandestini, sono profughi o più esattamente richiedenti asilo, sono umani che vivono su questa terra, forse solo meno fortunati perché nati in paesi meno favoriti a causa di guerre, ingiustizie, carestie ed arretratezza. Hanno il desiderio di stare meglio come ciascuno di noi».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...