Notizia Oggi

Stampa Home

Don Gian Paolo: nemmeno io sono contento di lasciare Varallo...

Intanto la città si mobilita
Articolo pubblicato il 02-08-2016 alle ore 20:41:17
Don Gian Paolo: nemmeno io sono contento di lasciare Varallo... 3
Don Gian Paolo: nemmeno io sono contento di lasciare Varallo... 3

Mentre si attende di capire se le iniziative per evitare il trasferimento andranno a buon fine, il vice parroco di Varallo ammette che nemmeno lui avrebbe voluto lasciare la città. «Parlando per ore e ore con il vescovo nell’arco degli ultimi quattro anni e lo ringrazio per tutta questa attenzione - racconta don Gian Paolo -, gli ho manifestato chiaramente la mia contrarietà a essere spostato e ad avere un’altra comunità cui fare riferimento come responsabile. Perché vado via sapendo di lasciare problemi spesso neanche affrontati. Ma il vescovo mi ha detto di lasciargli fare il suo lavoro e di fidarmi di lui e che forse in seguito a questo mio sacrificio qualcosa potrebbe cambiare».

La decisione del trasferimento di don Gian Paolo risale al 25 maggio scorso: «In accordo con il vescovo ho voluto mantenere riservata questa decisione per vivere con serenità, io e i ragazzi, il periodo del grest. Ho dato io la notizia agli animatori giovedì e... è calato un profondo silenzio». Don Gian Paolo andrà a Roma per un periodo di studi di Sacra scrittura all’Istituto Biblico. «Non avrei mai potuto prendere incarico in un’altra parrocchia - dice don Zanetti -, sarebbe stato troppo doloroso. Il mio cuore resta a Varallo, dove tornerò ogni volta mi sarà possibile». 

A confortare il sacerdote in questi giorni di sofferenza per l’imminente partenza, sono i tantissimi messaggi inviategli da chi lo stima e gli vuole bene: «Mi dispiace molto lasciare Varallo - ribadisce -, ho tentato di ogni modo di evitarlo, infatti non ho mai mai chiesto di essere spostato o di avere passaggi di grado. Ma diciotto anni in un’unica parrocchia è qualcosa di molto raro se non unico, non è mai capitato in una diocesi. Quindi non posso che accettare la decisione del vescovo e partire. Il periodo a Roma mi servirà per riflettere e continuare gli studi».

Nato a Borgomanero 43 anni fa, don Zanetti è stato ordinato sacerdote nel giugno del 1998 e a settembre di quell’anno ha preso servizio come vicario parrocchiale a Varallo. Prenderà il suo posto in oratorio un altro giovane sacerdote, don Graziano Galbiati: «Ci conosciamo sin da piccoli - dice don Gian Paolo - facevamo i chierichetti insieme a Santa Maria Maggiore in Val Vigezzo, lui ha pochi anni meno di meno, 39. È un ragazzo che stimo e che sicuramente porterà avanti con saggezza tutto quello che si fa a Sottoriva».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...