Notizia Oggi

Stampa Home
Il personaggio

Dopo la messa il parroco scende in campo

Don Riccardo Cavallazzi ha debuttato tra le fila dell’Oratorio San Vittorie di Intra
Articolo pubblicato il 19-04-2016 alle ore 10:18:50
Don Riccardo Cavallazzi
Don Riccardo Cavallazzi

Dopo la messa il parroco si toglie la tonaca e indossa gli scarpini da calcio.
E’ capitato domenica scorsa a don Riccardo Cavallazzi, giovane sacerdote originario di Borgomanero che è molto conosciuto in Valsesia dove è stato vice parroco in diversi paesi. Ha esordito nel campionato di Terza categoria tra le fila dell’Oratorio San Vittorie di Intra  affrontando il Soccer Oleggio che ha vinto per 3-1. Un po’ di delusione per il risultato, ma il sacerdote ha potuto consolarsi con la vittoria del suo Torino di Giampiero Ventura. Quella di domenica è stata la prima partita da quando ha indossato l’abito talare, per lui infatti una buona carriera sui campi di calcio della Promozione con la maglia del Briga, poi un infortunio e quindi la discesa in Terza categoria nel Real Borgomanero, quindi la salita in Seconda categoria con il Real Cureggio e poi nel 2008 è arrivata la “chiamata”. Da allora non è più sceso in campo in una partita ufficiale, accontentandosi di qualche sfida tra amici.
Ma la vocazione religiosa a Riccardo Cavallazzi non gli ha fatto di certo passare la passione per il calcio.
Classe 1981, un diploma in agraria e un periodo di lavoro come impiegato di una ditta agroalimentare, poi è arrivata la decisione di rispondere alla “chiamata” del Signore. Riccardo Cavallazzi era sempre stato vicino all’ambiente della parrocchia e dell’oratorio della sua città, nel 2008 la decisione di entrare in seminario. Ha quindi prestato servizio anche a Scopello e Campertogno dove ancora i parrocchiani se lo ricordano per la sua passione del calcio e la sua voglia di stare in mezzo alla gente. Poi gli altri incarichi sono stati in carcere a Novara come cappellano e infine a Intra San Vittore e nel centro diocesano vocazioni. E’ diventato parroco il 13 giugno scorso.
«Mi alleno con i ragazzi dell’Oratorio San Vittore - spiega -. Sono arrivato qui a settembre e mi occupo dell’oratorio, tra i programma c’è anche il progetto calcistico che ha l’obiettivo di coinvolgere i ragazzi». La squadra è formata infatti da ragazzi che ruotano attorno alla parrocchia, il tecnico Alex Aromando per esempio è un suo animatore. «Quella di domenica è stata una bella sorpresa - racconta -. Il mister era a corto di uomini e così mi ha convocato. Io durante la settimana mi alleno con la squadra e cerco di dare una mano. Domenica sono riuscito a ritagliarmi un po’ di tempo per la partita tra una messa e l’altra». E i compagni di squadra l’hanno accolto volentieri: «Siamo un bel gruppo, quando siamo in campo conta la squadra. E’ stata una bella esperienza, quando il tecnico ha bisogno sa che ci sono, ovviamente impegni domenicali permettendo».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...