Notizia Oggi

Stampa Home
Indagini

Dopo la morte dell'operaio alla Sasil ricoverate 23 persone

Potrebbero aver inalato l'acido solfidrico
Articolo pubblicato il 02-10-2016 alle ore 06:59:47
Una immagine della Sasil
Una immagine della Sasil

Ventitre le persone che sono finite in ospedale a Biella sabato mattina per una emergenza intossicazione, si tratta di operai e soccorritori che hanno operato nell'area dove è morto Franco Rosetta, il caporeparto della Sasil di Brusnengo trovato senza vita forse per aver inalato l'acido solfidrico. Alla fine sei persone sono state ricoverate, alcune sono rimaste in osservazione. Intanto si attende l'autopsia sulla morte di Franco Rosetta, l'uomo lascia moglie e un figlio che abitavano proprio a Brusnengo.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...