Notizia Oggi

Stampa Home

Dopo la rapina preparava la fuga in Marocco

Cinque arrestati
Articolo pubblicato il 01-09-2016 alle ore 20:08:39
Dopo la rapina preparava la fuga in Marocco 2
Foto d'archivio

E’ di Masserano uno degli uomini arrestati per la rapina messa a segno lo scorso 21 giugno alla Biverbanca di Caresanablot. Al termine dell’operazione “Au revoir”, nei giorni scorsi la polizia ha eseguito quattro custodie cautelari in carcere ed una misura cautelare degli arresti domiciliari.

Quel pomeriggio un individuo con il volto travisato da un casco integrale da motociclista di colore nero con strisce rosse, armato di “taser”, portò a termine una rapina ai danni dell’istituto bancario di Caresanablot. Entrato nell’istituto approfittando degli istanti in cui i due dipendenti - un uomo (che si ritiene essere un complice) e una donna - si accingevano ad uscire dalla struttura, il malvivente, all’apertura della porta girevole, li spinse con violenza dentro e sotto la minaccia del taser li obbligò a disinserire l’allarme e ad aprire la cassaforte. Dopo aver prelevato 150mila euro in contanti, l'uomo si allontanò salutando in francese: “Au revoir!”. Da qui il nome dell'indagine.

Grazie all’attenta visione delle immagini delle telecamere, la Squadra Mobile di Vercelli è riuscita a individuare il mezzo usato dal rapinatore: un furgone Opel Vivaro scuro, affiancato da una Citroen C3 bianco con la funzione di “staffetta e sentinella”. Da qui è partita l’indagine che ha portato ad assicurare alla giustizia prima l’esecutore materiale e poi tutti presunti responsabili, una banda composta da cinque soggetti, ciascuno con responsabilità diverse. Si tratta di Pietro Zocco, classe 1968 di Vercelli con il ruolo di intermediario; Salvatore Bettini, classe 1981, residente a Vercelli, che è stato l'organizzatore del colpo; Roberto Martinotti, classe 1959 e direttore della banca in questione; Franco Coppola, classe 1970 di Masserano e intermediario; Silvio Iadanza, classe 1989 di Benevento, esecutore materiale della rapina. Pare che il biellese Coppola fosse pronto a partire per il Marocco, paese di origine della moglie.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...