Notizia Oggi

Stampa Home

Doppio appuntamento al Museo dell'Emigrante di Roasio

In frazione Sant'Eusebio
Articolo pubblicato il 07-10-2016 alle ore 12:14:14
Doppio appuntamento al Museo dell'Emigrante di Roasio 2
Al Museo dell'Emigrante di Roasio staserà si parlerà del pellegrinaggio Compostela-Astorga-Finisterre

Stasera alle 20, venerdì, nella sala convegni del rinnovato Museo dell’Emigrante di Roasio, in frazione Sant’Eusebio, ci sarà il secondo incontro sul tema “Pellegrinaggi e cammini devozionali”, a cura del professor Titin, docente del liceo scientifico di Cossato, e di una sua studentessa. Proporranno un interessante racconto, arricchito di immagini, sul cammino di Santiago e sulla bella esperienza, di fede e di vita, che ha coinvolto il professore e alcuni alunni da Astorga, Spagna, a Compostela e poi Finisterre. Trecentocinquanta chilometri a piedi.

Domani, sabato, alle 14,30, la sala convegni accoglierà invece l’evento “Scacco al museo”, primo torneo semilampo open di scacchi organizzato con il Club di Valle Mosso. Le iscrizioni sono aperte a tutti, grandi e piccini, fino alle 14,30. Il regolamento è a disposizione sui siti web del club e del museo. Al termine della manifestazione ci sarà la premiazione dei vincitori. Va ricordato che lo Scacchi club di Valle Mosso è noto non solo per la sua attività agonistica nei campionati nazionali, ma anche per i suoi corsi che vengono tenuti nelle scuole. Infatti annovera tra i propri iscritti diversi giovani (bambini inclusi) che gareggiano non solo a livello amatoriale, ma partecipano a gare nazionali con ottimi risultati e durante il torneo ci sarà modo di ammirare la loro passione per gli scacchi.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...