Notizia Oggi

Stampa Home

Due anni fa l'ultima telefonata di ''Carlin'' dal Barone: poi il buio

Era il 25 agosto 2014
Articolo pubblicato il 26-08-2016 alle ore 20:17:48
Due anni fa l'ultima telefonata di ''Carlin'' dal Barone: poi il buio 3
Il ricordo del ''Carlin'' è sempre vivo

Due anni fa Giancarlo Angelino chiamò la zia dalla cima del monte Barone dicendo che avrebbe iniziato la discesa per tornare a casa. Da allora del 59enne non si hanno più notizie e gli amici proprio in questi giorni lo hanno voluto ricordare. «Dove sei finito?», «Vorremo trovarti per salutarti», sono alcune delle frasi scritte dagli amici in Facebook. Il ricordo del “Carlin” è sempre vivo.

«Sono sul Monte Barone, ora scendo e vado a casa», avrebbe detto il 25 agosto 2014 intorno alle 13. Ma a sera non era ancora rincasato e così partirono subito le ricerche. Alcuni amici raggiunsero la zona delle Piane di Coggiola con il suo cane, nella speranza che potesse trovare una traccia. Seguirono otto giorni di ricerche ininterrotte coinvolgendo decine di  volontari del Soccorso alpino, ma anche Vigili del fuoco, Guardia di finanza, Protezione civile, gruppi Aib e carabinieri. Perlustrarono la zona del rio Cavallero, le baite dove avrebbe potuto trovare rifugio, fu una ricerca palmo a palmo con l’aiuto del Gps ma non si riuscì ad avere neppure una traccia. Vennero setacciati tutti i sentieri, anche i letti dei torrenti e i burroni.

Giancarlo Angelino al momento della chiamata era davvero sul Monte Barone come confermò il segnale del suo cellulare. Poi il vuoto.  Era fine agosto e il “Carlin”, così veniva chiamato in paese, aveva preso parte alla tradizionale festa di San Rocco, molti lo videro lì per l’ultima volta. Qualche giorno dopo si sarebbe avventurato sul Monte Barone, una gita estiva che era solito fare per passare il tempo e per passione, ma purtroppo non si portò dietro il suo cane. Conosceva bene i sentieri di Coggiola, però quel giorno di due anni fa qualcosa deve essere andato storto. Magari una caduta, o un malore. Di lui però non si sa più nulla ed è un vuoto grande quello che lasciato tra gli amici di sempre.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...