Notizia Oggi

Stampa Home
La Valsesiana in festa per la nuova sede

Ecco la casa degli alpini

Il taglio del nastro affidato a Gianna Amadi
Articolo pubblicato il 08-10-2015 alle ore 22:59:58
Ecco la casa degli alpini 3
Gianna Amadi taglia il nastro e inaugura la nuova sede

Una giornata che entrerà nella storia degli alpini valsesiani. Domenica 4 ottobre è stata inaugurata la sede sezionale a Roccapietra, evento vissuto dalle penne nere con grande emozione. Per fortuna la pioggia ha presto lasciato il posto al sole che seppur pallido ha permesso di svolgere all’aperto le varie tappe della cerimonia. Erano presenti oltre al gonfalone della Città di Varallo scortato dal sindaco Eraldo Botta, anche i labari delle associazioni d’arma, ben otto vessilli sezionali oltre naturalmente a quello valsesiano e i gagliardetti dei gruppi facenti parte la Sezione. «Un numero così grande di rappresentanza in valle - commentano i vertici sezionali -, lo ricordiamo solo in occasione del Premio fedeltà alla Montagna che si tenne a Riva Valdobbia e Alagna nel 2013».


Il direttivo nazionale era rappresentato dal delegato di zona e vi erano tutte le Commissioni sezionali: spiccavano nelle loro divise quelle della Protezione civile che ha provveduto anche al servizio d’ordine, quelle del Gsa, del coro Apin dal Rosa che ha proposto i propri canti durante la messa, del gruppo teatrale, della banda sezionale che ha accompagnato tutta la cerimonia.


«Doveroso un saluto e un plauso al direttivo sezionale al completo - sottolinea l’alpino Aldo Lanfranchini - che ha scortato il vessillo sezionale sino all’altare nei pressi del quale si è tenuto l’alza bandiera». Dopo la messa e i discorsi di rito, il taglio del nastro: madrina della cerimonia Gianna Amadi, moglie del compianto presidente sezionale Gianpiero Rotti.


«Noi alpini saremo magari strani, a detta di alcuni, ma quando al saluto “Alpino Gianpiero Rotti” tutti abbiamo risposto “presente”, lo spirito che anima questa associazione - sottolinea Lanfranchini -, l’amore per la patria, per il corpo degli alpini e per la propria terra è entrato nel nuovo edificio come un’anima e vi rimarrà per sempre».
Sono seguiti un aperitivo e un pranzo nei nuovi locali, a cornice di una giornata da ricordare. E in conclusione non può mancare un “legru a tücc".

Tags: alpini,valsesiana,sede

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...