Notizia Oggi

Stampa Home

Esalazioni di acido alla Sasil, un operaio in rianimazione

Aperta un'inchiesta
Articolo pubblicato il 02-10-2016 alle ore 14:17:02
Esalazioni di acido alla Sasil, un operaio in rianimazione 2
Foto d'archivio

Si trova ricoverato in rianimazione all'ospedale di Biella uno degli operai che nella notte tra venerdì e sabato ha soccorso Franco Rosetta, 56enne di Brusnengo, morto durante il turno di notte alla Sasil per esalazioni di acido solfidrico.

Nell'azienda di Brusnengo, specializzata nella lavorazione del  vetro, Rosetta lavorava come responsabile del turno di notte. Non vedendolo rientrare dal giro di controllo i colleghi sono andati a cercarlo e in sette sono rimasti intossicati. 

Già dimessi i soccorritori (vigili del fuoco, operatori del 118, personale Spresal e un carabininiere), mentre resta in ospedale il comandante dei carabinieri di Masserano, anche lui in azienda subito dopo il tragico episodio. In tutto sono 12 le persona trasportate in ospedale per un controllo nel reparto di medicina d'urgenza. 

Ora l'impianto è stato sottoposto a sequestro ed è stata aperta un'inchiesta che porterà a capire le dinamiche dell'incidente.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...